글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 11권 0호 (2002)

발간사(한국어이문학 제11집)

한성철
1,000
키워드보기
초록보기
6,100
초록보기
Fenoglio e` uno degli scrittori piu` significativi della letteratura italiana resistenziale. Analizzando le sue opere resistenziali, e` difficile trovare il movente ideologico o politico di arruolarsi nella banda partigiana. Si puo` anche trovare che l`autore non fa l`interpretazione ideologica o politica nei confronti dei nazifascisti, della solitudine e della morte, ma preferisce dimostrare la rappresentazione del reale dal punto di vista oggettivo. Nel P artigiano J ohnny, Fenoglio descrive indirettamente la nostalgia della famiglia del partigiano Johnny attraverso l`aspetto della casa o della citta, invece, in Una questione privata, devia dalla Resistenza pura alla Resistenza unita all`amore e riflette l`amore (o la nostalgia) per la ragazza nell`anima del protagonista. Per quanto riguarda la morte, un tema universale sia nelle opere langarole che in quelle reistenziali, Fenoglio non la abellisce o non le da` il significato importante come vittoria morale, ma ne descrive l`aspetto reale e la considera come un evento che puo` succedere in qualsiasi momento per caso nella vita e come la fine di tutto. L`amore per la letteratura, l`esperienza resistenziale, la battaglia contro la morte nella vita reale di Fenoglio e l`aspetto dei protagonisti nelle sue opere come Beppe, Johnny e Milton potrebbero essere considerati come l`aspetto di noi stessi che dobbiamo vivere adesso e che dobbiamo affrontare nel nostro futuro.

20세기 이탈리아의 저항문학과 E. 몬탈레

이상엽 ( Sang Yeob Li )
6,100
초록보기
Era impossibile che gli intelettuali italiani siano vissuti trascurando la vita soffocata, dolorosa e miserabile sotto il regime fascista e l`influenza delle guerre mondiali del `900. Nel campo letterario allora c`erano due gruppi principali: Neorealismo e Ermeticismo. Al Neorealismo appartenevano i prosatori ed al Ermeticismo i poeti. In questa condizione gli autori, in particolare i prosatori si occupavano in modo palese della reazione alla realta in crisi. L`attivita dei poeti ermetici, invece, viene considerata come una reazione non impegnativa. A causa della loro ardua decifrazione e della oscurita` alla comprensione comune la scuola poetica ermetica fu accusata. Anche l`attivita poetica e politica di Eugenio Montale era sulla stessa fortuna secondo il punto di vista di molti critici. Ma uno dei protagonisti di quell`esperienza, Mario Luzi, ha sottolineato piu` volte che " l`isolamento della poesia allora esprimeva il disagio di non trovare alternative ne` culturali ne` politiche" . Osservando le tracce della vita angosciose di Montale che siano lasciate nelle opere ho cercato di capire la sua posizione sulla realta minacciata dai fattori sociali e politici e rivelare il senso della sua attivita e del suo " zitto" . Montale non sentiva l`obbligo dell`engagement politico, ma l`engagement morale. Aveva una posizione verso l`umanita` intera, verso il mondo. Infatti Montale si era ispirato della ricerca della ragione di vivere.

Vittorini의 저항문학 -La Nuova Cultura 그리고 Populismo -

한성철 ( Sung Chul Han )
7,300
초록보기
Si puo` dire che la letteratura resistenziale d`Italia e` iniziata veramente dal neorealismo che analizzava la situazione difficile dell`uomo dopo le due guerre mondiali, si domandava sulla natura dell`uomo e pensava profondamente sulla irrazionalita` della societa`. Nel periodo del neorealismo, Elio Vittorini era uno dei piu` importanti letterati. Per Vittorini, la letteratura era lo scopo stesso e il mezzo che rappresentava la sua ideologia. I protagonisti nelle sue opere sono l`autore stesso ed anche un aspetto dell`intellettuale che l`autore sognava. Nella rivista Il Politecnico , trattando vari problemi reali come la questione meridionale, il problema della religione e l`istruzione, Vittorini ha chiarito che l`arte non e` un mezzo di propaganda politica contro i politici che la interpretano al di la` del valore delle opere letterarie. Nelle due opere, Conversazione in Sicilia e Uomini e no, Vittorini rappresenta la guerra, il fascismo e il dolore dei poveri e come loro soluzione, mette in prima fila il populismo. In quel periodo, questa soluzione e` stata criticata dal mondo letterario come intellettualismo eccessivo, pero` questa era la concezione del mondo che Vittorini aveva sempre portato avanti senza deviazioni dalla prima stagione della sua narrativa fino alle opere scritte dopo la seconda guerra mondiale. La resistenzialita` di Vittorini parte dal dialogo, dall`accettazione reciproca e dallo scetticismo sul bene e sul nazionalismo. Percio` un nuovo modo di resistenzia si puo trovare nella nuova teoria sulla cultura di Vittorini.

에코 소설의 텍스트 전략

김운찬 ( Woon Chan Kim )
6,400
초록보기
Nella ricchissima produzione saggistica e letteraria di Umberto Eco si puo` individuare una certa coerenza argomentativa di temi: una riflessione costante sulla natura e il meccanismo dei segni. Infatti egli ha piu` volte affermato di aver messo nei suoi romanzi cio` che di cui non si puo` teorizzare. Nel Lector in fabula (Bompiani, 1979) Eco mette in luce diverse strategie testuali che un lettore empirico puo immaginare nel corso della lettura come fatte dall`Autore Modello, o che l`autore empirico ci dispone aspettandosi che possano venire individuate dal Lettore Modello. Allora si potrebbe aspettare che Eco come romanziere abbia disposto nei suoi romanzi altrettante strategie. E una delle quali e` quella del "narrare", che a prima vista sembra semplice, ma in realta` alquanto complicata. Non e` omogeneo il modo di narrazione in quattro romanzi, perche` pare spesso che ci siano piu` narratori invece che uno; per esempio ne I l nome della rosa ci sono sovrapposte delle voci implicite oltre a quella di Adso, autore vero del manoscritto, cosi che non si potrebbe dire che egli e` il narratore autentico. Invece ne L`isola del giorno prima e nel Baudolino fa la narrazione una terza persona (che sarebbe Eco come autore empirico), ma spesso interviene il protagonista a narrare in prima persona. Cosi le diverse voci implicite spostano continuamente il quadro o il punto di vista della narrazione. Il variare di voci di narrazione serve soprattutto a coinvolgere il lettore nelle vicende come se le guardasse direttamente da vicino. Dunque nei romanzi di Eco il modo di narrare diventa una strategia testuale che renda piu` verosimile il racconto, che in fondo non e` altro che un "mondo possibile" creato appunto nell`immaginazione dell`autore.

『신곡』의 『지옥』편 3곡과 『아이네이스』6권 비교

김효정 ( Hyo Jung Kim )
5,700
초록보기
La letteratura comparativa ha lo scopo fondamentale di studiare varie opere sotto le loro relazioni. Gli studiosi di questa parte deve osservare quello che e` tramandato da uno scrittore ad un altro posteriore. In questo saggio ho paragonato il canto III dell` I nferno con il libro VI dell` Eneide. Dante ha organizzato il suo viaggio d`oltretomba in chiave d`iniziazione facendosi guidare da Virgilio( e poi da Beatrice). T utto il canto III e` infatti condotto quasi sulla falsaria di Virgilio : dall`esortazione a lasciare, prima di entrare nell`Inferno, ogni esitazione e debolezza d`animo(vv. 14-15), che pur consonando in pieno col sentire di Dante, ha preciso riscontro in Virgilio, alla stessa concezione d`un vestibolo infernale; senza dire del grande episodio dell`Acheronte, che si puo` considerare ricalcato sul testo del poeta latino. Dante ha ottenuto il tema di viaggio oltremondano e l`aspetto infernale dal Virgilio, ma basando su questi, ha creato il suo mondo peculiare. Inoltre la Divina Commedia ha tante fonti della tradizone medievale, della Bibbia, delle grandi opere latine, e delle storie antiche di Islam. Cosi si puo` dire che La Commedia non e` tutto frutto dell`immaginazione di Dante. Ma si potrebbe trovare la sua grandezza eterna nella creativita` particolare del poeta, con cui ha concordato dettagliatamente la cosa parziale con quella totale.

파솔리니의 문학과 영화 이론

이승수 ( Seung Su Lee )
7,200
초록보기
Si tratta delle teorie della letteratura e del cinema di Pasolini in P assione e ideologia e Empirismo eretico. L`estetica di Pasolini e realistica ed espressionistica. Nella teoria letteraria, Pasolini propone il neo-sperimentalismo. Il neo-sperimentalismo si definisce come zona franca in cui neorealismo e post-ermetismo coesistono fondendo le loro aree linguistiche. Questo neo-sperimentalismo implichi un`accettazione degli istituti stilistici precedati. Lo spirito sperimentale di Pasolini, che ha i caratteri realistici e espressionistici, si rappresenta nel metodo di fare le poesie e i romanzi. Pasolini vuole dare la storicita e la ragionevolezza alla poesia con l`abbassamento linguistico della poesia, con l`adattamento di tutta la lingua alla prosa. Sul romanzo Pasolini vuole la mimesis di realta attraverso la ricerca stilistica. Secondo Pasolini il romanzo deve essere pura, immediata, violenta fisicita. Questa potrebbe parere una variante del `fare parlare le cose`. Per fare parlare le cose, bisogna ricorrere a un`operazione regressiva. T ale operazione regressiva si traduce in una operazione mimetica. L`operazione mimetica e` l`operazione che richiede le piu` abili e accanite ricerche stilistiche. Pasolini pensa che il discorso libero indiretto sia un stilo che fa rappresentare all`autore la conoscenza oggittiva della realta. Nella teoria del cinema si prevale la poetica realisticaespressionistica. In I l cinema di poesia, Pasolini afferma la prevalente artisticita` del cinema, la sua violenza espressiva, la sua fisicita` onirica. Nel cinema il discorso diretto corrisponde alla soggettiva e il discorso libero indiretto corrisponde alla soggettiva libera indiretta. L`uso della soggettiva libera indiretta nel cinema di poesia e` pretestuale, perche` serve a parlare in prima persona. Ma la formazine di una tradizione di lingue della poesia del cinema si pone come spia di una forte e generale ripresa del formalismo, quale produzione media e tipica dello sviluppo culturale del neocapitalismo. In la lingua scritta della realta`, Pasolini afferma che il cinema e` una lingua con doppia articolazione e il cinema e` la lingua scritta della realta`. L`intera vita, nel complesso delle sue azioni, e` linguisticamente l`equivalente della lingua orale nel suo momento naturale o biologico. E il cinema e` il momento scritto di una lingua naturale e totale che e` l`agire nella realta`. Il cinema e` un infinito piano sequenza: infinito come la realta` che puo` essere riprodotto da una invisibile macchina da presa. T utte le sceneggiature hanno un momento in cui sono delle tecniche autonome, il cui elemento strutturale primo e` il riferimento integrativa a un`opera cinematografica da farsi.

피란델로의 『Il fu Mattia Pascal』의 서사구조와 문체 연구

이윤희 ( Yun Hee Lee )
6,700
초록보기
I l fu Mattia P ascal, l`opera piu` compiuta e importante di Pirandello e` un testo rivoluzionario, e una vicenda carica di densi significati simbolici e meta letterari, costruita con una struttura nuova e uno stile nuovo. I l fu Mattia P ascal rifiuta i principi tradizionali del romanzo, almeno nel canone dominante il genere nell`Ottocento. Esso e anche un romanzo nato attraverso la riflessione di Pirandello sui modi e le finalita dell`arte, attraverso la comprensione profonda della societa` contemporanea e dei sentimenti della crisi dei suoi contemporanei. Il distacco della narrazione romanzesca e compiuto proprio attraverso la ricerca di un codice espressivo di proporre, appunto il " personaggio" che e` la sola realta` capace di esprimere per intero la nuova esperienza soggettiva del mondo. La struttura del racconto e` costruita dai collegamenti di tipo teatrale, dall`andamento memorialistico-processuale- didascalico, e anche dal gusto di ascendenza veristico- umoristica. Il ritmo 『Il fu Mattia Pascal』 incalzante del racconto e favorito dal taglio teatrtale, e il gusto per le didascalie ha ovviamente la tendenza teatrale. Il linguaggio di Pirandello ha dialogicita attiva e dialettalita. I caratteri della lingua pirandelliana sono la tendenza antiletteraria, il gusto per il parlato, la traduzione letterale di certe espressioni del dialetto siciliano, l`uso dell`espresione diretto, i termini vivi. Pirandello ha inteso con questo romanzo non solo violentare certi angusti moduli di quel tempo, ma anche mandare in frantumi il quadro accademico e letterario senza per questo rinunziare alla cultura sua e a quella del suo periodo. Insomma possiamo sentire la lingua dei personaggi e quella di Mattia-Adriano e indovinarne la rappresentazione teatrale, il gesto, la mimica, in una costante e singolare degradazione della frase letterariamente composta. I l fu Mattia P ascal rappresenta la ricerca di un romanzo nuovo in cui si esprimono in modo efficace sia la crisi culturale e spirituale, sia il mondo interioe dell`individuo disorientato e la sua solitudine, attraverso una forma nuova, un contenuto nuovo e un linguaggio nuovo.

이탈리아어 AVI와 한국어 "아비"의 유사성에 관하여

주효숙 ( Huo Suck Ju )
6,000
초록보기
Ho cominciato questa ricerca per la curiosita` di sapere se sia un elemento il quale prende in prestito da fuori del proprio ambito linguistico o se sia una coincidenza causale la parola AVI. Cercato di chiarirlo sul punto di vista della Grammatica Comparativa. Lascio aperta la possibilita` di essere sucesso il contatto culturale fra l`Antica Corea e l`Antica Italia in un certo momento storico. D`ora in poi si dovra` proseguire le osservazioni linguistiche piu` dettagliate. E riconfermato che l`ordine delle frase dell`italiano ha il carattere di non essere cosi duro come le altre lingue indo-europee per esempio come l`inglese per le variazioni richissime dei suffisi dell`italiano. L`italiano ha la ordine delle fasi in SVO ma si potrebbe mostrare la stessa struttura nelle varie forme come il coreano in SOV. Il significato esatto della parola italiana AVI e quella coreana e` diverso ma vorrei dire che questa differenza minuta fosse stata conformata nel momento di contatto fra le diverse popolazioni le quali la usavano e il cambiamento fine del significato fosse stato progresso nel passaggio di tempo. Ancora avrebbe bisogno di ricercare e di comparare in vari punti dei dialetti e poi potrebbe confermarlo con la sicurezza. Non c`e` dubbio la parentela linguistica fra la lingua altaico e la lingua coreana ma oggi nessun scienziato linguistico si puo mettere queste due in un unico origine della lingua. Lo studio comparativo della lingua coreana e italiana non e` facile e puo darsi che sia assurdo. Perfino mancano le materiali documentate con le quali possono sostituire la tanta differenza temporale. Considerando la possibilita` di contatto storico non in diretto fra la cultura coreana e italiana si dovra` continuare la ricerca sui diversi dialetti italiani e la comparazione strutturale nelle lingue coreane e italiane.

문화간 오류분석에 기초한 이탈리아어 교수법

허유희 ( Yoo Hyae Huh )
6,200
초록보기
La presente proposta di ricerca prende in considerazione l`utilizzo di un approccio interculturale applicato all`analisi. Ritengo che tale approccio, utilizzato di recente come nuovo metodo nella didattica dell`italiano L2, possa fornire una nuova chiave di lettura per una piu` corretta interpretazione e messa a fuoco degli errori e` dei problemi dell`apprendimento linguistico. Infatti, come e` noto, apprendere una seconda lingua significa anche acquisirne la cultura. Pertanto, a mio avviso, si rende necessario nel processo di insegnamento/apprendimento di una L2 un approccio interculturale che tenga conto degli errori linguistici causati da una mancata consapevolezza delle differenze socioculturali, e dunque anche linguistiche, presenti nelle due lingue in contatto. In questo articolo, si cerca di chiarire i maggiori problemi che possono incontrare noi coreani che entrano in contatto con gli italiani e a cosa siano dovuti. Scopo dell`educazione linguistica deve quindi essere anche quello di dotare l`allievo delle conoscenze adeguate ad un`analisi approfondita del tessuto sociale in cui si trovera` ad operare. Quindi schemi d`interpretazione, parametri, strutture concettuali per affrontare l`altro e il diverso in maniera critica e costruttiva. I benefici di un tale approccio riguardano non solo la competenza linguistica, ma ricadono sull`intera personalita`.
1 2 >