글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 26권 0호 (2009)

『향연』과 단테의 문학적 노정

김운찬 ( Woon Chan Kim )
6,900
초록보기
Il Convivio di Dante si colloca in mezzo tra Vita nuova e Commedia come un`importante tappa media nel suo sviluppo letterario. E la prima opera dopo l`esilio in cui il poeta coglie l`occasione di esprimere gli esiti dei suoi vasti studi sui diversi temi di filosofia, etica, politica, metafisica, ecc. Lasciata pero incompiuta al quarto trattato sembra che sia stata l`opera meno letta e fuori dall`attenzione dei critici rispetto alle altre opere. Non e chiarita la ragione dell`interruzione, ma puo darsi che coll`incominciamento del gran poema Commedia Dante avesse pensato che sarebbe stato inutile continuarla per la limitazione posta dalla sua forma discorsiva. Infatti Dante voleva metterci tutte le sue conoscenze accumulate dedicandosi diligentemente agli studi filosofici per dimenticare il dolore casusato dalla morte di Beatrice, e in conseguenza i suoi `trattati` risultano piuttosto pesanti e prolissi nel monotono sfoggio enciclopedico di erudizione, e il banchetto di sapere fa fatica ad attirare l`attenzione dei lettori. Cosi il Convivio finiva per diventare un progetto troppo ambizioso che non era facile realizzarsi pienamente in una singola opera. Ma da un`altra parte ha gettato le fondamenta di uno sviluppo futuro, e in effetti quasi tutti i suoi temi erano poi utilizzati nelle opere successive dalla Commedia, a De vulgari eloquenza e a De monarchia. Specialmente la Commedia riprende e ripete nella sua forma piu organica e coerente tante cose che Dante voleva scrivere nel Convivio. Anche le due opere in latino, si potrebbe dire, sono continuazioni delle idee gia sviluppate nei suoi trattati. In breve la vera importanza del Convivio sembra trovarsi non tanto nei suoi valori di se stesso come un`opera indipendente, quanto nei rapporti con altre opere che insieme costituiscono il percorso evolutivo del poeta.

이탈리아 의회 개혁

김종법 ( Jong Bub Kim )
6,200
초록보기
In questa tesi si tratta delle riforme del parlamento italiano dal punto di vista isituzionale e storica. Dopo una breve introduzione in cui si riflettono dei principi parlamentari e i caratteri dellistituto parlamentare, il testo parla sugli elementi strutturali ed operativi del parlamento italiano. Nei capitoli iniziali, quindi, si mostrano dei funzionamento dei diversi organi interni delle Camere ed anche il quadro generale del sistema e corpo elettorle. Nel capitolo finale, invece, si propone una piccola similiarita istituzionale del parlamento coreano e si prova di tracciare una proposta per riformare il parlamento coreano. In questa sintesi, in speciale, si notano le maggioranze previste per lelezione dei presidenti delle camere, le Giunte permanenti per il regolamento, le Conferenze dei capi-gruppo e le commissioni parlamentari(speciali e permanenti), le Giunte parlamentari, i gruppi parlamentari come organi operattivi.
11,700
초록보기
본 글은 개개의 특수함을 나두고 수용한 채 서로 교류하는 것이 가장 보편적인 연구가 가능하다는 비교문학의 장(場)-세계문학 이론에 바탕을 둔다. 따라서 직접적인 연관관계가 없음에도 불구하고 지리적 공간이나 어떤 특정 역사적 시기에 얽매이지 않고 이탈리아 작가 스베보와 한국 작가 이상에 대한 일련의 `테마` 비교 연구가 가능하다고 본다. 왜 스베보와 이상인가? 그들이 보여주는 문학은 하나의 가능성 그 자체이다. 두 작가의 문학은 양국의 모더니즘 문학사에서 중요한 의미를 띠고 있다. 그들은 작가적 치열성을 통해 실험적이고 창조적인 글쓰기를 하여 모더니즘 문학을 개척했을 뿐만 아니라 모더니즘 문학을 심화, 발전시켰다. 게다가 오늘날 많은 사람들이 포스트모더니즘을 서구의 박래품으로만 여기는데, 스베보와 이상은 이미 오래전에 전위적이고 해체적인 글쓰기를 통해 포스트모더니즘의 징후 내지 가능성을 내보였던 것이다. 무엇보다도 스베보와 이상을 비교 `거리`로 잇는 가장 두드러진 사실은 바로, 두 작가의 작품 『제노의 의식』과 『날개』가 양국에서 최초로 자의식이 표출하는 심리소설이라는 점 때문일 것이다. 비록 한 동안 비평가들과 독자들의 무관심과 혹평 속에 묻혀 두 작가의 예술성이 빛을 보지 못했으나, 이 후 스베보와 이상은 그들의 전례 없는 실험적인 글쓰기가 인정받는 일련의 `사건caso`을 일으키며, 오늘날에도 수많은 연구의 대상이 되고 있다. 그들 문학이 기본적으로 왜곡 상태와 불안정한 의식, 의식체계의 파괴, 숫자(이상)나 언어(스베보)의 뒤틀림과 유희, 그리고 자기 분열과 자의식의 과잉 등의 비합리적 세계로 일관되고 있는 것은 바로 그들의 전기적 영향이라는 동기 외에도 당시 1930년대의 병리 현상, 즉 이상의 경우 식민지 현실이라는 환경아래에서, 스베보의 경우 중앙유럽Mitteleuropa중에서도 특수한 성격을 보여주는 트리에스테Trieste라는 도시아래에서 나타나는 병리현상 때문이다. 두 작품 모두 심리주의에 바탕을 두었지만 실제로 현실의 상황을 독백적으로 풍자적으로 역설적으로 투영했다는 것, 작품의 외적세계와 내적세계를 모두 성공적으로 구현했다는 점에서 두 작품 모두 가치를 인정받는다. 스베보와 이상 모두 많은 작품을 남기지 않았음에도 불구하고, 수많은 전기적, 문체적, 심리적, 미학적 연구들의 대상이 되 연구된다는 사실은, 공통된 그들의 `모더니티`가 지니는 힘이라 본다.
7,200
초록보기
Pavese ha fatto la sua teoria dell`arte con il mito e rito. Lui disse "rito si rispecchia nell`arte e il mito esiste in pre-storia." Lui scopre la realta simbolica del mito, che lo riporta a quel sentimento di solitudine, che e alla base della sua arte e della sua infelicita. La teoria del mito che un rilievo notevolo nella vita e nell`arte di Pavese maturo, fu elavorata sulle orme del Giambattista Vico, attrverso uno studio serio e mediato della mitologia, dell`etnologia e della psicanalisi, ma per il suo deffetto di chiarezza, lo disorientera e lo fara cadere in frequenti cotraddzioni e astrazioni. Nel questo articolo voglio chiarire il simbolo del personaggio rappresentativo, Gisella di paesi tuoi, e il simbolo mitico, Santa di la luna e i falo. Gisella richiama Persephone. La figlia del padrone e il simbolo d`un rito comunitario primitivo di valore sessuale. In paesi tuoi Gisella e considerata come l`immagine della marernita, della fecondita, della terra-donna, e delle due colline. La battitura e il rito e contiene in se stesso il mito. Gisella e l`oggetto del sacrificio nell`aunno di presente, Talino sara l`oggeto del sacrificio nell`autunno futuro. Pavese chiama destini la sucessione di avvenimenti che prendono significato dallo schema in cui si trovano gia raffigurati. Il destino e la forma della vita, come il ricordo e la forma della conoscenza, e come, in maniera piu generale, il mito e la forma della realta. La luna e I falo e l`ultimo romanzo di Pavese, nel quale sono svillupati i temi del destino e del ritorno gia ricorrenti negli scrittori precedenti. L`opera nasce dalla collaborazione con il partigiano Pinolo Scaglione, suo amico d`infanzia, nel quale si identifica il personaggio Nuto. Santa e una donna sfrontata, che non si cura del giudizio del altri e segue i suoi impulsi naturali, seza un minimo segno di pudore e di vergogna. Dapprima se la intende con i fascisti con i quali si da alle orge notturne, ma poi, per consiglio di Nuto, passa con i partigiani, i quali pero la considerano come spia e la condannano a morte per tradimento. Mentre tanta istintivamente la fuga, e uccisa da una scarica di mitra. La sua vita e senza ideali, percorsa soltanto dai brividi del sesso. Santa come quasi tutti i personaggi del romanzo, e travita da quella forza irrazionale del destino, che tutto distrugge e annientamento seza possibilita di riscatto Al di la del senso di sconfitta dell`uomo, schiacciato dal destino nella sua solitudine, il romanzo offre una lezione morale e umana, che si racchiude nel concetto che l`arte deve insegnare nuove verita umane non nuove istuzioni.

알레산드로 바리코의 작품에 나타난 "바다"의 의미

이기철 ( Ki Chul Lee )
6,100
초록보기
Nel mondo della letteratura italiana contemporanea, si puo dire che Alessandro Baricco e uno dei successori degli autori italiani come Umberto Eco e Antonio Tabucchi. A. Baricco sta dimostrando la sua capacita e la potenzialita, lavorando come scrittore, critico e regista. Esaminando bene il suo mondo letterario si puo notare che lui scrive non soltanto romanzi best-seller ma anche i libri critici sulla musica, quelli della societa e i testi teatrali. In questi giorni, Baricco ha appena pubblicato un libro sulla globalizzazione ed ha riscritto Omero, Iliade, il classico della letteratura, in cui Baricco dimostra una nuova avventura infinita del riscrivere. In questo studio ho provato ad analizzare le tre opere(Oceano mare, Novecento: Un monologo, Seta) di Baricco sia dal punto di vista del contenuto che da quello del linguaggio. Si puo notare che il mare descritto non e silenzioso, ma e un campo di battaglia o della morte. Notiamo particolarmente che l`autore utilizza la tecnica di personificazione, di asindeto(o polisindeto) e di visualizzazione per esprimere meglio i contenuti. Attraverso questa analisi, si puo dedurre che il primo interesse dell`autore e la nostra vita, cioe, la vita degli uomini. I tre uomini, Savigny che fa duello con gli altri naufraghi per sopravvivere sulla zattera al mezzo di un oceano, Novecento che e nato e ha vissuto per sempre sulla nave, Herve Joncour che e tornato dal lungo viaggio al mare ed e sistemato alla sua terra sono NOI stessi. Qui il mare e anche il simbolo del MONDO dove viviamo.

프리모 레비의 증언의 문학 -기억과 증언, 그리고 글쓰기-

이소영 ( So Young Lee )
6,500
초록보기
La testimonianza e una linea retta e ad un unico senso. Rappresentare i fatti oggettivamente e suscitare la risonanza nel lettore, rendere cioe l`unilateralita della testimonianza nella bilateralita della letteratura e stato il grande merito di Levi e tutta la critica letteraria lo ha riconosciuto. I libri di Levi testimoniano, non solo la storia terribile dell`Olocausto, essi non sono solo il racconto di un`esperienza lacerante ma individuale di un deportato di Auschwitz, si presentano piuttosto come un`analisi distaccata, lucida ed attenta della crisi che ha investito l`umanita all`epoca della seconda guerra mondiale. Ed anche se di questo tipo di letteratura si sono avuti molti esempi, subito si avverte, nei suoi scritti che oltre alla narrazione della dolorosa storia personale, c`e dell`altro. Nella scelta delle parole volutamente mai sopra le righe, nello scorrere piano della scrittura, si puo leggere infatti anche una direzione, un progetto, una precisa volonta. Il lettore viene condotto, attraverso la descrizione, apparentemente semplice e lineare dei fatti, oltre il confine della contingenza, ben al di sopra del filo spinato che pretendeva di fermare ad Auschwitz l`uomo e la sua dignita. Questa volonta era diventata l`importante levatrice attraverso la quale nascevano i suoi libri in una singolare e felice convergenza della scienza e della letteratura, dell`intelligenza e della sensibilita, espressa nel suo tipico stile narrativo conciso ed intenso. Il ricordo e sempre un atto, un`azione volta a rievocare, a riportare in vita un frammento di passato. Ad Auschwitz, per Levi, il ricordo della poesia dantesca funziona da filo d`Arianna, il ricordo della parola poetica, snodandosi nella mente dell`autore, fa risalire in essa il ricordo di un passato in cui l`uomo era uomo e lo conduce, per svolte successive, a ritrovare la propria identita profonda, l`impronta archetipa dell`identita umana. L`identita che rivela, nei contorni netti della forma, la coscienza della propria dignita. L`uomo ha come proprio compito di essere uomo; e da questo atteggiamento etico che nasce la volonta morale di proteggere la dignita umana. Questa volonta e per Levi, la resistenza al sistema del Lager, un anti-luogo nel quale il compito principale e la distruzione del principio costituivo dell`umanita stessa: la dignita, quella che e data ad ogni individuo di poter essere uomo. La grandezza di Levi come scrittore della testimonianza sta principalmente nel fatto che, filtrando le proprie emozioni, attraverso l`osservazione e la riflessione oggettiva, lucida e distaccata, egli ha saputo rappresentare la realta del Lager con un personalissimo stile pacato, lucido ed estremamente moderato. Questo suo particolare stile narrativo come abbiamo giaavuto modo di accennare sopra, suscita nel lettore vasti echi di rispondenze emotive e inoltre amplifica la forza persuasiva della testimonianza oggettiva. Levi senza alzare il tono della sua voce fa in modo che a gridare sia il lettore. Egli, con la sua calma interiore, riesce a suscitare un vortice di emozioni nel lettore e dimostra che non c`ebisogno di mobilitare parole retoriche ed estreme per rappresentare le situazioni degradanti e drammatiche del Lager. E facile cadere infatti nell`esagerazione e nell`esibizione di se tentando di descrivere l`indescrivibile. Le parole a volte diventano orpelli, ostacoli alla rappresentazione della realta che nuda meglio si offre in ogni sua piu piccola piega o venatura. Osservando con sguardo oggettivo e cercando di capire incessantemente la terribile realtadel Lager, Levi conduce il proprio libro assumendo questo tono sorprendentemente calmo e sobrio. Limitandosi al ruolo di testimone, lo scrittore affida "deliberatamente" ai lettori la possibilita del giudizio. La sua voce rimane interiore, non prende mai il sopravvento, anche se percorre il libro come un brivido, un sussurro. Sono i lettori che vengono portati ad intervenire moralmente contro le infamie narrate, diventa cosi la voce del lettore, il piusevero giudizio nei confronti della storia. Moderando le sue emozioni Levi sapeva amplificare quelle dei lettori. Scegliendo la voce del testimone, quindi di una persona neutra, pur essendo egli stesso vittima, lo scrittore Levi era consapevole che questo suo linguaggio sarebbe divenuto uno strumento narrativo efficacissimo per trasmettere la forza delle sue emozioni. Attraverso questa sua deliberata neutralita stilistica Levi porta il lettore a compiere scelte, a partecipare emotivamente alle azioni descritte, a decidere da quale parte deve ricadere la colpa, insomma riesce a coinvolgere il lettore fino a farlo sentire partecipe della realta assurda in cui egli stesso si e trovato insieme ai suoi compagni di sventure e a farlo sentire empaticamente vicino ad esso. Conduce il lettore a diventare consapevole dell`ingiustizia storica subita e a sentirsi moralmente convocato al banco del giudizio. La sua narrativa, come riscontrava Calvino nella recensione apparsa su ≪L`Unita≫ nel maggio 1948, ha "una vera potenza narrativa".
초록보기
Questa tesi tratta di due aspetti. Primo, i giullari erano coloro che hanno fatto la satira sulle contraddizioni della societa medievale quasi sempre da soli. Gli oggetti della satira erano in gran parte la classe dominate e gli ecclesiastici. Particolarmente chi governa, opprime e sfrutta il popolo come i padroni, i ricchi, gli aristocratici, i mercanti, i re, i sindaci, i militari, e chi rappresenta i sovrani come il papa, i vescovi, e i cardinali. Anche la satira del Fo moderno si rivolge contro gli stessi. Perche anche se il tempo passa, la situazione non e quasi cambiata. Quei soggetti fanno azioni ipocrite in un ambito schematico e dogmatico, e non fanno conoscere al popolo la loro situazione d`inuguaglianza. Percio Fo ritiene che la situazione disperata del popolo e la stessa, sia nel medievo sia oggi. Secondo, voglio fare vedere che i giullari fanno la satira pungente della classe dominante, e degli ecclesiastici ma non rinnegano la cristianita. E anche gli estremisti che talvolta erano i monaci diventati giullari, dicono che se vogliamo dare dignita alla Chiesa di Cristo dobbiamo distruggere la Chiesa. E per distruggere la Chiesa dobbiamo distruggere chi la governa, il papa, i vescovi, e i cardinali. Ma anche loro, in quel caso, non rinnegano la cristianita in se stessa. Poiche Dio (il Padreterno) rappresenta i padroni e i sovrani e odiato, mentre e` sempre amato Gesu Cristo da tutti i giullari, gli estremisti e anche il popolo, che egli e Dio che viene sulla terra a cercar di ridare la primavera agli uomini e si sacrifica come Dioniso. E soprattutto e considerato come il simbolo della resistenza contro la inugualglianza, e dell`amore e della dignita fondamentale degli uomini. Nei nove testi di Mistero Buffo, i giullari e Fo considerano sempre molto importante la dignita degli uomini. E Cristo e il simbolo di questa dignita. Cosi i testi in Mistero Buffo hanno sempre una forte connotazione, non sono soltanto una satira sulla classe dominante e gli ecclesiastici ma contengono anche in definitiva la volonta di ricercare la restaurazione della dignita degli uomini e dello spirito di Cristo.
7,800
초록보기
Comparare nell`opera di Luchino Visconti e neorealismo dalla letteratura al cinema, significa a capire sua ideologia del campo d`arte. Anche un uomo nobile che ha attraversato la storia d`Italia e d`Europa sapendone cogliere i mutamenti sociali, politiche, i ideologici, senza farsi a una contemplazione del passato, ma cercando ogni volta di rimettere in discussione della realta, di evidenziare le contraddizioni e gli aspetti negativi. La conoscenza dei romanzi di Giovanni Verga ha offerto a lui la nuova tema del progetto, la Terra Trema che usci nel 1948 come prima parte di un trittico sulle condizioni di vita dei lavoratori ed ebbe poi una vita stentata sugli schermi in un`edizione scorciata e deturpa, Vsiconti ispirarsi al grande romanzo verista ottocentesco, aggiornando sul tema dello sfruttamento dei pescatori costretti a subire le angherie dei grossisti di pesce. C`era una ricerca formale che superava gli elementi stessi della storia, il contenuto politico dell`opera; e l`esperienza teatrale, il lavoro con gli attori, la ricerca di un superamento del neorealismo, fornivano a Visconti l`estro per un discorso del tutto personlae, in cui non e difficile rintracciare quei motivi della sua arte che ritroveremo in altri contesti filmici. L`arte di Visconti pare seguire un progetto rigoroso, la traccia di un`interpretazione non superficiale della realta, di una lettura critica dei fatti, delle situazione, dei personaggi, dell`ambiente storico. Anche la scelta di certi moduli espressivi debitori piu della grande teatrale, figurativa e musicale dell`800, che non dell`900. Di qui infine il suo sogno originale, inconfondibile nel tratteggiare gli ambienti entro i quali far agire i personaggi, di costruire la scena in cui il dramma o la tragedia devevano esplodere. In questo senso, l`opera complessiva di Luchivo visconti, vista in prospettiva storica, rimane tra le piu importanti e valide nella storia del cinema e dellla letteratura e del teatro italiani. L`uso di Giovanni Verga, I Malavoglia come il sorgente della letteratura, La Terra Trema risulta nel testo che ha un impronto definitivo del orginale. Allo stesso tempo, il romanzo di Verga e stata usato come una media per avanzare il suo esperimento d`artista. Per venire alla concluzione le opere di Luchino Visconti, un direttore che e stato influenzato e formato il film non solo in Italia e in Europa, e scelto adeguamente se uno vuole esaminare il ruolo che la letteratura puo produrre il film. Le opere di Visconti sono appropriato non solo per la tendenza del direttore a incorporare le opere della leterattura lavora dentro suoi film. Fra del anno 1930 e la meta del anno 1970, Visconti lavora nel campo cinematografico, sua influenza puo dare sicuramente al sviluppo del neorealismo. La terra trema e un film significativo a lui, possono esaminare ai altri per la valutazione del film. La combinazione dei elementi dal testo originale, le opinione della regista, l`utilizzazione d`atrezzo cinematografico liberamente della vista della regista, maneggiare della macchina da presa, suono, montaggio, tutti combinazioi per creare e produrre le opere finale che puo` essere giocando. Questo e un prodotto sucesso per ideologico, neorealismo, a scopo di riflessione della societa reale.

Italo Calvino의 I nostri antenati에 표현된 종교적 담론 연구

한성철 ( Sung Chul Han )
7,000
초록보기
Ne Il Cavaliere inesistente la conquista dell`essere e l`anti-cristinesimo, ne Il Visconte dimezzato l`aspirazione a una completezza al di la delle mutilazioni imposte dalla societa e la vista del pluralismo religioso, ne Il Barone rampante una via verso una completezza non individualistica da raggiungere attraverso la fedelta ad un`autodeterminazione individuale e la liberta dalla soppresione della religione: tre gradi d`approcio alla liberta dell`essere. Specialmente Il barone rampante e l`uomo nel suo compimento, l`uomo che rifiuta l`arbitrario e la tirannia, che si separa dal mondo ma che paradossalmente continua a vivere in contatto con gli uomini, attento alle loro opere e ai loro dolori. Nella trilogia il romanzo conclude il gruppo dei tre, ma nella cronologia storica della composizione fu scritto dopo Il visconte dimezzato. Il cavaliere inesistente, nell`aspetto della religiosita dell`autore, ultimo romanzo della trilogia di Calvino, e il piu elaborato, il piu strutturato, il piu determinato dei tre. Se scrivendo i primi due Calvino si era lasciato trasportare spesso dalla sua vena poetica-come possiamo constatare dalla descrizione lirica della bellezza di un albero visto dall`interno-nel Cavaliere inesistente egli pensa, dispone personaggi comparse e situazioni come in una sceneggiatura che tenda a darci uno spettacolo a tema.

"로마"지명 유래 연구

( Vincenzo Fraterrigo )
6,200
초록보기
이 논문은 이탈리아 "로마"의 지명학적 유래와 기원 그리고 그 의미에 관한 여러 주된 가설들을 다룬다. 먼저 고대 이론부터 시작하자면, 고전적 가설 중 하나로 로마는 신화적 인물인 도시의 창설자 로물루스 Romolo와 연결하는 것이다. 이러한 가설을 제안하는 자들은 아우구스투스 황제 시절, 이미 강력했던 황제의 권력에 로마제국의 신화적 기원을 더 함으로써 로마의 창건자인 황제를 신처럼 숭배코자 하려는 의도가 다분한 것이었다. 또 다른 고전적 가설은 그리스어로 강함을 뜻하는 전설속의 영웅 ρωμη에서 로마 도시명이 유래했다는 것이다. 그러나 이 가정은 그리스 작가들이 로마를 고대 그리스에 기원을 둔 도시라고 여기고 싶어 하는 바람에서 의도적으로 만들어낸 것으로 이해된다. 그리고 근대적인 주요 이론으로는, 로마는 에트루스코etrusco 족의 귀족 가문인 *Ruma에서 기원했다는 설과 언덕 위에 세워진 도시와 도시전체를 하나로 모으는 역할을 하는 팔라티노 언덕Colle Palatino를 가리키는 고어 ruma(젖가슴)에서 그 기원을 찾는다. 그리고 테베레Tevere강의 고대 이름이었던 Rumon에서 유래를 찾는 설도 있다. 따라서 로마라는 지명은 "Rumon강에 위치한 도시"라는 뜻이 된다. 그리고 앞선 가정에서 팔라티노 언덕을 가리키는 고어인 ruma(젖가슴)가 팔라티노 언덕의 형태를 지칭하는 것이 아니라 티베리나Tiberina섬 앞에 위치한 테베레 강의 굽이진 곳에서 형성된 젖가슴 모양의 해각이라는 설도 다루어 보았다. 마지막으로 로마 지명 유래와 관련한 여러 가지 가설 중에서, 원시 로마를 뜻하는 "Roma quadrata"가 세워진 장소이자 도시 전체를 하나로 만드는 역할을 했던 팔라티노 언덕의 형태를 지칭했던 고어 ruma(젖가슴)에서 로마의 지명학적 유래를 찾는 것이 보다 논리적이고 설득력이 있는 가설임을 보였다.
1