글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 27권 0호 (2009)

이탈리아어 양화사 tutto 연구

강순행 ( Soon Haeng Kang )
6,200
초록보기
Lo scopo di questo articolo e di analizzare le caratteristiche grammaticale e sintattiche del quantificatore tutto in italiano. Per quanto riguarda le trasformazioni delle funzioni grammaticali di tutto, ho cercato di individuarle confrontando il quantificatore tout in francese che e gia ben stato studiato. Cosi ho potuto confermare che anche il quantificatore tutto in italiano puo variare le sue funzioni grammaticali come pronome, sostantivo, aggettivo ed avverbio, secondo la determinazione dell`uso nel contesto. Inoltre riguardo alla posizione sintattica del quantificatore tutto, ho presentato l`operazione sintattica cosiddetta "sollevamento del quantificatore" per spiegare l`assimetria della posizione del quantificatore in italiano e in inglese. Cioe, nella frase, tutto si puo posizionare dopo il verbo diversamente dal quantificatore all in inglese che viene prima del verbo. Questo diverso ordine tra il quantificatore e il verbo in italiano e in inglese puo essere determinato dal movimento del verbo: in italiano si muove il verbo in una posizione piu alta, in inglese invece non si muove il verbo. Quindi la combinazione di "verbo>tutto" in italiano e un`ordine derivato dal movimento del verbo, invece quella di "all>verbo" in inglese rappresenta l`ordine nella struttura profonda. Questo contrasto dell`ordine viene dal movimento del verbo: i verbi in italiano hanno tratti forti, quelli in iglese invece hanno tratti deboli. E tutto puo co-occorere con l`altro quantificatore molto. In questo caso tutto puo costituire un`evidenza contro l`analisi di "sollevamento del quantificatore". Nel caso in cui tutto co-occore con l`articolo determinante e con molto in una sintagma nominale, questi elementi devono seguire l`ordine di "tutto>articolo determinante>molto". Se tutto e molto fossero generati in una posizione uguale piu sotto dell`articolo determinante, non potrebbero salire in una posizione piu alta dell`articolo determinante, in quanto violano la condizione del movimento della testa. Questo vuol dire che tutto viene generato nella posizione piu in alto del sintagma quantificazionale, invece molto nella posizione piu in basso del sintagama quantificazionale. Qunidi la struttura nominale che contiene due sintagmi quantificazionali sarebbe "QP1>DP>QP2>NP", e "tutto" potrebbe stare nella posizione della testa Q1, invece "molto" nella posizione Q2.

한국어 보조용언과 이탈리아어 번역

김운용 ( Woon Yong Kim )
5,800
초록보기
Questa tesi vuol spiegare come si fa la traduzione dall`yongeon ausiliare(보조용언) in coreano all`italiano. Yongeon(용언) e il predicato che include il verbo e l`aggettivo in coreano. Yongeon ausiliare aiuta ad aggiungere il significato del verbo principale, e che ha l`indipendenza fonologica e morfologica. In questa ricerca, ho dovuto dividere dei tipi dell`yongeon ausiliare dai significati perche non ha l`uniformita quando si fa la traduzione e poi ho rappresentato dei metodi, introducendo la lista lessicale o tempo o modo ecc., dai vari esempi dal coreano all`italiano.

이탈리아어 텍스트의 한국어 번역 현황

김운찬 ( Kim Woon Chan )
6,400
초록보기
E assai povera la traduzione dei testi italiani in Corea rispetto alle altre principali lingue straniere come inglese, francese, giapponese, ecc., e per di piu e concentrata solo su pochi autori e sulle determinate opere. Questo ci induce a un doppio squilibrio; la poverta relativa della cultura italiana introdotta in Corea rispetto al suo ruolo nel contesto globale, e la parzialita nel presentare i testi italiani. Un altro problema importante e il fatto che non e ancora infrequente la traduzione indiretta, detta anche "traduzione di seconda mano", fatta con la traduzione in una terza lingua intermedia. E il conseguente difetto piu grave si trova nel comprendere male cio che dice il testo originale e trasmetterlo male nella lingua di destinazione. Per queste situazioni ci sarebbero diverse ragioni interconnesse tra loro, ma la ragione principale e la mancanza dei traduttori competenti. Allora per migliorare le situazioni attuali e assolutamente necessario che i governi dei due Paesi, gli istituti di cultura, e le universita interessate cerchino di collaborare in modo piu organico per allevare i traduttori competenti, e per preparare un piano sistematico e realizzarlo.

Trieste, 국경과 정체성 -Scipio Slataper 문학을 중심으로-

김희정 ( Hee Jung Kim )
7,200
초록보기
Per trattare la problematica concernente un significato intimamente legato a Trieste-quello di 《frontiera》, assieme alla 《cultura e letteratura di frontiera》-si dovrebbe fare un`incursione nella storia. In un`altra relazione, analizzando il particolare inserimento della citta adriatica nella dinamica fluttuante del rapporto fra centro e provincia nello spazio mitteleuropeo, abbiamo accennato al fatto che, alla fine della prima guerra mondiale, Trieste diventa un centro periferico, situato all`estremo confine orientale d`Italia, in altre parole, una vera e propria 《citta di frontiera》. Vera "citta invisibil" nela topografia del Novecento, Trieste ebbe in sorte, negli anni che precedettero la Grande Guerra e la sua (per certi aspetti esizale) annessione all`Italia, un manipolo invidiabile di cantori. Il mito storiografico di una "letteratura triestina" sembrano dovuti, fatte salve le necessarie e risapute considerazioni cronlogiche e ambientali, a una straordinaria intuizione collettva. Piu sospettiamo in loro la lucida consapevoleza dell`enorme potenzialita spirituale che scaturisce dalle condizioni materiali: dal determinato assetto di un paesaggio umano, razzi, momenti, e mile compresi. E stato forse proprio Scipio Slataper a spiegare meglio di chiunque altro questa originalissima configurazione dell`intelligenza e della fantasia in quelle Lettere triestine che gli meritarono in patria la fama di traditore e degenerato, come si disse. Ne Il mio Carso, il capolavoro di Slataper, la nazione pare configurarsi come la comunita cui si appartiene per comunanza di lingua e cultura. Non ha base etnica, al contrario: l`acquisizione della nazionalita cosi intesa e un processo che puo avvenire in forme, in un certo senso, al limite della consapevolezza; e cio a ben vedere richiama, a un livello solo un po` piu acutizzato, le riflessioni di Chabod sul fondo volontaristico dell`idea generale di nazione italiana. Proprio in simili modi, del resto, va interpretato il "farsi italiani" di slavi, tedeschi, greci e quant`altro a Trieste tra Settecento e Ottocento. E l`assimilazione di un ambiente cosmopolita a una parlata e a una cultura, nella fattispecie la parlata veneta dei commerci e la cultura-soprattutto letteraria-italiana, avvertita quale patrimonio spirituale fra i piu preziosi d`Europa. Ed e anche, ovviamente, integrazione di se in un`identita plurale, la quale diviene parte costitutiva dell`identita individuale.

이탈리아어 "진행"과 "지속"의 우언형의 문법화

윤종태 ( Jong Te Yun )
6,900
초록보기
In questo lavoro, ho voluto fare uno studio sulle perifrasi italiane `stare+gerundio`, `andare+gerundio` e `venire+gerundio` dal punto di vista del processo di grammaticalizzazione. Per questo scopo ho esaminato prima le principali caratteristiche della perifrasi progressiva e di quella continua. E poi in base ai principali criteri e parametri, ho cercato di accertare la diversa perifrasicita cioe il grado diverso di grammaticalizzazione dei costrutti. Nonostante qualche affinita tra le due forme, i due costrutti dimostrano molta differenza in diversi punti. Sono diversi le proprieta semantiche e le restrizioni d`uso. Infatti dopo la consultazione della ricerca sul fenomeno, ho potuto confermare lo sviluppo divergente tra la perifrasi progressiva e quella continua. Inoltre la distribuzione delle formem orfologiche ha mostrato un arricchimento della perifrasi con il verbo `stare` e una diminuzione di quella con il verbo `venire`. In realta riguardo alla generalizzazione lessicale che e molto dipendente anche dalla desemantizzazione del verbo modificatore, il grado di grammaticalizzazione della perifrasi gerundivale con il verbo `venire` e minore di quella con `andare` e ancora minore di quella con `stare`. Volevo dire che i dati presentati nel mio lavoro hanno mostrato una graduale grammaticalizzazione del valore progressivo della perifrasi `stare+gerundio` e un processo di grammaticalizzazione interroto di quella `venire+gerundio`.
6,800
초록보기
Beppe Fenoglio(Alba, 1922-1963) e sicuramente uno degli scrittori che hanno prestato la massima cura sia per gli scritti compiuti che per quelli non compiuti come ha confessato egli stesso. Per questo motivo si possono trovare diverse versioni delle sue opere nella Edizione critica diretta da M. Corti. Questo studio verte sui lavori di correzione dell`autore, prendendo in considerazione, prima di tutto, gli aspetti dei verbi attraverso le varianti in Una questione privata che ha tre versioni. Confrontando le tre versioni, si puo notare che l`autore ha apportato modifiche non soltanto al livello dei contenuti ma anche a quello del linguaggio. Questo significa che l`autore ha dato grande importanza alla lingua oltre che ai contenuti. L`autore utilizza vari modi come la sostituzione, l`aggiunta, l`inserimento, la soppresione, ecc., delle parole o delle frasi, nel suo lavoro di correzione. Una questione privata e un`opera che ha una struttura di partenza e diarrivo in ogni capitolo ed e piena di tensione (cercare un cambio escappare dall`attacco dei nemici) fra il protagonista e i fascisti. Da tale punto di vista, questo studio ha cercato di puntare sulle varianti dei verbi che hanno il ruolo piu importante nelle frasi per trovare il motivo della correzione e la direzione della correzione dell`autore. Per svolgere quest`analisi ho uilizzato la teoria linguistica di Z. Vendler che ha classificato i verbi in quattro categorie: stato, processo indefinito, processo definito ed istantaneo. L`analisi dimostra che l`autore nel caso delle varianti dei verbi, ha cercato di rafforzare il significato denotativo aggiungendo la dinamicita e la velocita nelle frasi. E questo indirizzo continua fino all`ultima parte dell`opera. Questo studio e indispensabile per capire il mondo letterario dell`autore, e contribuira sia per svolgere l`analisi delle varianti dellesingole opere che per trovare le relazioni fra le opere dell`autore che hanno delle versioni e sono rimaste incompiute.
6,700
초록보기
Al centro dell`interesse di Strehler ci sono sempre l`uomo e le sue azioni, e l`uomo e la posizione del teatro. Inoltre, nei suoi teatri vengono alla luce i rapporti che interessano l`uomo e la societa, l`uomo e se stesso, l`uomo e la storia, l`uomo e la politica. Strehler interpreta sempre i testi prendendo in considerazione la contemporaneita e completa la rappresentazione strutturandola in un sistema implacabilmente coerente di segni scrulolosi. Poiche le sue opere, anche se le stesse, sono rappresentate ogni volta con significati diversi a secondo del tempo, non si tratta soltanto di rivivere le opere, ma di metterle in scena in nuo veversioni che hanno significati che interpretano i cambiamenti avvenuti. Questo e anche il caso de I giganti della montagna. Nella prima regia di quest`opera, Strehler cerca di mettere in evidenza una concreta e generale storia umana attraverso il mito, e un messaggio che e al tempo stesso di disperazione e di fede nell`uomo. Un messaggio di perdono e di pieta. Pieta per tutti. Nella seconda regia, egli incarna, attraverso il vuoto dell`immobilita e il silenzio, la vita della poesia. Cerca di rappresentare l`estremo degli effetti scenici attraverso la minima mobilita in una scena immobile, e attraverso il massimo grido di dolore in una scena di silenzio. E anche i personaggi sono divisi in due diverse categorie. `Gli scalognati`, che creano `teatro puro` non per un pubblico ma per puro giuoco, e `la compagnia dei comici`, che crea `teatro rappresentato` che implica la possibilita dell`interprete condizionato dai rischi, dagli errori di valutazione e d`interpretazione e che resta legato ad una realta concreta. Attraverso questo contrasto egli vuole esprimere "il timore che nonostante tanta "rivoluzione" giovanile intorno, il cammino della societa degli uomini verso l`abbandono di altiideali e valori, fosse accelerato e quasi ineluttabile". Nella terza regia, i due mondi si incontrano in uno spazio dove realta e sogno si confondono. Non sono piu contrapposti. E come "una tragica contestazione che i Giganti hanno vinto e che ci hanno, consapevoli o inconsapevoli, travolti, che non siamo piu gli stessi, che stiamo precipitando". Ma egli non dispera, benche rappresenti la condizione tragica, dice al pubblico di "comunicare in silenzio la reciprocita delle sconfitte. al di la delle parole che non esistono".

이탈리아어의 심리동사

조문환 ( Moon Hwan Cho )
6,300
초록보기
Alcuni verbi chiamati "psicologici" presentano una strana struttura argomentale, in quanto il soggetto sintattico occupa sempre la posizione dell`oggetto violando la normale gerarchia del ruolo tematico. I verbi psicologici in italiano vengono classificati in tre categorie a seconda della loro diversa struttura sintattica: la classe "temere", la classe "preoccupare" e la classe "piacere". I verbi della prima categoria non rappresentano alcun problema del ruolo tematico nel senso che si comportano come i verbi transitivi, in cui l`esperiente occupa la posizione del soggetto, mentre il tema, quella dell`oggetto. Tuttavia i verbi delle altre due categorie hanno, rispettivamente, un oggetto accusativo e un oggetto dativo nella posizione del soggetto. Quest`articolo vuole esaminare prima di tutto, come tali verbi formano le diverse strutture frasali e i movimenti dei sintagmi argomentali, per arrivare alle loro strutture-s, e chiarire con quale meccanismo vengono prodotti i tre tipi di frasi con i verbi psicologici. Per trovare la ragione del diverso comportamento delle frasi con verbi psicologici ho cercato di evidenziare i fattori sintattici che governano e approvano la diversa formazione delle frasi con questi verbi.

레오나르도 샤샤 소설 작품의 증언 유형 연구

주효숙 ( Hwo Sook Joo )
6,200
초록보기
Con i suoi libri gialli Sciascia voleva testimoniare la realta attuale dell asocieta caotica e aspettava che la gente non si scordasse della realta. Nei gialli di Sciascia non c`e la spiegazione finale e non si rivela chi sia l`assasino. Non importa come e chi abbia ucciso. E importante perche ha scciso. Non punisce nenche l`assasino. E ancora si trovano spesso gli elementi di centrifugazione cio e parecchi spazi vuoti dalla realta. Tutti questi elementi significano che lo Stato debole non ha nessuna forza da realizzare la giustizia. Sciascia esprime tutte queste idee ai lettori con la testimonianza. Nel 『A ciascuno il suo』fa il ruolo di testimonianza, il ditective privato, Laurana. Testomonia la verita nascosta e storta. Nel 『Il contesto』tira l`attenzione Cres. Facendo il ruolo d`attentatore lui chiede ai lettori se esiste la verita o almeno la possibilita di verita in uno Stato che lavora secondo la folia. E nel 『Todo modo』il giovane pittore testimonia che solo la realta si conta e si paga e poi solo il testimone trasmette direttamente i ricordi. Testimoniando questo Sciascia fa svegliare i lettori da non scordare la realta e da ricominciare la storia propria e realizzare la giustizia statale.
6,600
초록보기
Il problema del meridione in Italia, di cui si erano occupati sia uomini politici e storici, come Nitti, Fortunato, Villari, Salvemini, Gramsci e altri, sia letterati di rilievo come Verga, Capuana e il primo Pirandello, ebbe origine con la formazione stessa dello stato unitario e, fino alla Prima Guerra Mondiale, la vita politica italiana non riusci a dargli una soluzione adeguata, mentre il fascismo, non solo non risolse le difficolta della classecontadina del sud, ma le aggravo grazie ad una politica che favori le classial potere. Il Vittorini molto ragionevole con sorridente e critica ironia, descrive la vita della classe borghese meridionale, i suoi vizi, pregiudizi e drammi interiori. Lui non considera la realita del meridione come uno schema semplice di oppressori e oppressi. Si va lui, pur denunciando le assurdita della miseria e dell`ignoranza dei contadini del sud, resta stupito, attonito di fronte a questo mondo come davanti ad una realta mitologica, ad una cultura da salvaguardare. Ma l`esperienza della lotta democratica e della Resistenza genera in Vittorini l`esigenza di un intervento piu concretonella realta. L`interesse per il popolo e per lo scrittore anche ricerca delleproprie radici siciliani, un ritorno alle piu oscure matirici dell`umanita, ai miti originari del mondo contadino siciliano. La vista del Silone sul Mezzogiorno e relativamente semplice. L`opera di Silone risulta profondamente legara al momento storico in cui nasce, ai problemi fondamentali della societa del meridione durante il fascismo. Silone e portatore di tematiche contadine, laddove altri avevano invece analizzato il mondo operaio della societa post-industriale. Emblematico di tutto cio e ovviamente Fontamara, in cui la critica sociale emerge da uno sfondo di solidarieta e pieta cristiana, ed accanto ad altri temi del periodo in cui il romanzo fu scritto, come lo spaccato della vita italiana nelle campagne nel periodo fascista, l`ignoranza dei "cafoni" e la loro assoluta distanza dalla politica, rappresentate con toni ora satirici ora piu amari e disincantati. Oltre al fascismo Silone traova una causa fondamentale del Mezzogiorno nel falimento del Risorgimento.
1 2 >