글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 35권 0호 (2012)

이탈리아어 관계절의 최소주의적 분석

강순행 ( Soon Haeng Kang )
6,500
초록보기
Con la definizione di frase relativa in italiano, ho cercato di generalizzare le caratteristiche grammaticali e sintattiche dei pronomi relativi come che, cui, il quale e anche ho cercato di configurare la struttura sintattica della frase relativa con l`approccio minimalistico. L`asimmetria tra la frase relativa del soggetto e quella dell`oggetto, si puo distinguere intuitivamente notando le posizioni della traccia e del pronome relativo che nell`ordine "che-soggetto-verbo-oggetto". Tuttavia nell`ordine "verbo-soggetto", cioe il soggetto che segue l`oggetto. e impossibile intuire se si tratta di frase relativa soggettiva o oggettiva. Per risolvere questo problema, ho introdotto i ruoli di numero e caso del verbo, e poi differenziato la struttura sintattica della frase relativa con l`ordine "soggetto-verbo" e con l`ordine "verbo-soggetto" utilizzando i lavori di Uterzi(2007) e Guasti, Stavrakaki e Abrosio(2008). Inoltre ho spiegato la grammaticalita o meno della frase relativa a seconda della posizione del soggetto e dell`oggetto attraverso l`effetto di ricostruzione. Per quanto riguarda l`analisi della struttura sintattica della frase relativa in italiano, sulla base dei concetti importanti sviluppati nella grammatica generativa, ho introdotto e applicato le due principali teorie: l`analisi di matching e quella di raising che sono competenti nel minimalismo. Notando che in italiano e impossibile dividere in tre tipi le frasi relative; frase relativa di wh, frase relativa di that e frase relativa di zero, come invece e possibile in inglese.

마니풀리테 20년 1992~2012

김시홍 ( Si Hong Kim )
6,800
초록보기
Mani Pulite era un movimento anti-corruzione che cambio` l`Italia dalla Prima alla Seconda Repubblica. Dopo guerra, l`Italia ha avuto l`esperieza di miracolo ecnomico, parzialmente grazie al sistema misto della quale la partecipazione statale faceva parte con enti pubblici come IRI e ENI. Ma andando il tempo, questo sistema si e` trasformato come fonte di peccato originale di corruzione tra potere e affare. Infatti la partitocrazia e il sistema clientela erano i motori di corruzione, ma man mano si creava qualche frizzione tra le due parti. In 1992, quando i magistrati di pool milanese iniziammo l`investigazioni, il sistema crollo` improvvisamente. Mani Pulite si e` cominciato coll`ausilio d`opinione pubblica e durato circa tre anni. Ma dopo le elezioni politiche di 1994, Berlusconi ha preso potere col famoso ``scesa in campo``. Allora le procedure rallentavano e vecchi vizi rigeneravano in questo caso con piu` furbezza. Berlusconismo si e` caratterizzato come conflitti di interesse, cio` vuol dire, ricevitore e datore di tangenti non sono piu` indentificabili con chiarezza. Allo stesso tempo, da anni l`economia italiana subiva ricessione. Tutto sommato, l`Italia attualmente sta in crisi tumultuosa e strutturale. La via d`uscita chiederebbe diversi sforzi da tutte le parti della intera societa`.
초록보기
In La scuola dei dittatori di Ignazio Silone, Tommaso il Cinico osserva casualmente che "la natura e la storia hanno piovute molte afflizioni sul mio paese, ma abbiamo risparmiato almeno uno: gli italiani non conoscono il significato di antisemitismo". Tale conclusione trova la sua giustificazione nella storia. Considerato che la persecuzione degli ebrei era una questione di politica statale in luoghi diversi nel tempo-spazio come l`Egitto del faraone, l`inghilterra e la Francia medievale, la Spagna di Ferdinando e Isabella e la Germania di Hitler, al peggio in Italia non e mai stato oltre un espediente politico che generalmente e trovato poco favore con i funzionari che avrebbero dovuto portarlo fuori e ancor meno favorevole con le persone che avrebbero dovuto accettarlo e sostenerlo. Di conseguenza, ci sono sempre stati abbondanti riferimenti per l`Italia e la sua lunga storia di lealta agli ebrei. Questo atteggiamento, anche se non unico in Europa, e comunque stato esemplare e lodevole. Quindi, qualunque sia l`epoca, sia il Medioevo, il Rinascimento o il XX secolo, la storia ha registrato che gli italiani hanno trattato gli ebrei con dignita e rispetto. Storicamente, l`accettazione e stata la regola. In nessun luogo questo atteggiamento umanistico degli italiani e documentato in modo piu chiaramente e abbondantemente che nel Shoa della seconda guerra mondiale. L`ironia, naturalmente, e che questo comportamento era in contraddizione con la politica ufficiale dello Stato italiano nelle Leggi razziali del 1938. Tali leggi, sul modello della Germania, ha cercato di negare gli ebrei italiani i diritti civili e politici. Erano piu o meno spinti l`Italia di Mussolini di circostanze politiche del 1930 e le insistenti sollecitazioni della Germania di Hitler, ma erano stati rivelati inefficaci perche non hanno colpito accordo nel popolo italiano. Nella generazione del Shoa di scrittori italiani, sentendo Svevo di aver invecchiato prima del tempo e stato lasciato alle spalle, tranne forse in Moravia e nella nostalgia di Bassani. Peculiare di scrittori ebrei italiani era la convinzione che il tradimento, l`ostracismo e l`esilio potrebbe essere solo temporanea. In fine e stata fortuna dell`Ebreo italiano, ha negato a quasi tutti gli altri, di volere ed essere in grado di riunirsi alla comunita nazionale. Questo ha dato scrittori dell`Olocausto, in particolare, come Primo Levi, la forza per dire quello che aveva sopportato con una sorprendente mancanza di amarezza. In breve, del Shoa per gli ebrei italiani, che erano stati nutriti e alimentati per generazioni sulla tolleranza, l`accettazione e assimilazione, e stato un`aberrazione, non una condizione di vita.

색은 어떻게 단테를 구원으로 안내하는가?

박상진 ( Sang Jin Park )
7,500
초록보기
In the Divine Comedy, Dante Alighieri suggests the literary way of how the natural phenomenon of color can inevitably be connected with the divine enterprise of salvation. The color is the result of human perception of nature which, however, can never be obtained without the operation of light: the symbol of God. In the Comedy, we can find many hints of this kind of co-arrangement between divine light and human color; further, Dante, as a literary writer, shows how it is possible to represent that relationship through human tool of language. Concerning the issue of color, Dante`s primary aim seems to be concentrated on how God-light can be represented on human language. In order to show Dante`s curious attempt to express the stair to God-light in human way, I pay special attention to the fact that he uses the effect of paintings in his writing. It is not by chance that a lot of painters have been inspired by his illustrious text. I take Jaime Franco as an example; particularly I hold that in Franco`s paintings we can find the possible implications of knot in the dimensions of technique and meaning. The knot plays the role of uniting all the different things in a context and at the same time it makes them disseminate toward each others` directions. I call this endlessly repeated process love which is no other than the path to salvation devised by Dante himself with his affirmation that the highest place derives from the lowest place as we can find in the relationship between the color of Tyrian purple and snail. For Dante the color is the medium-knot to connect all kinds of different things which is exactly the power to lead him to salvation.
초록보기
La leggenda e uno dei generi della letteratura orale insieme alle fiabe e ai miti. Di solito la leggenda, confrontandola con le fiabe e con i miti, ha qualche prova specifica e indica abbastanza precisamente periodi, luoghi e personaggi. Questo studio ha lo scopo di mettere in risalto i punti comuni e la diversita al livello dei contenuti e dei modi di narrare fra le due grandi opere rappresentative del mondo cristiano e buddista: Leggenda aurea Storia dei tre regni coreani. Questa ricerca inizia dalla breve presentazione delle due opere suddette e analizza le caratteristiche dei loro contenuti e modi di narrare. Questo lavoro mostra insieme alle devozioni dei santi e i loro miracoli, le tecniche di narrazioni usate dagli autori per trasmettere il messaggio nei modi piu` efficaci. Al livello dei contenuti, le due opere comunemente e generalmente trattano la nascita, il mistero e i miracoli dei santi. Prima di tutto nella Leggenda aurea si puo` trovare il dolore dei martiri nei primi tempi della cristianita nell`eta romana. Al livello dei modi di narrare, Varagine spiega per prima cosa lo scopo della festa dei santi, e poi usando i numeri (di solito ordinali), enumera piu` dettagliatamente i fatti menzionati. Naturalmente l`autore presenta specificamente i luoghi, il tempo e i personaggi. Nel caso della Storia dei tre regni della Corea, il monaco Ilyeon cerca di mantenere l`oggettivita, usando materiali autentici. Per questo motivo, l`autore ogni tanto elenca due storie simili ma diverse e da un giudizio logico personale. Spero che questa ricerca contribuisca ad accrescere la comprensione della cultura religiosa fra l`Italia e la Corea, l`occidente e l`oriente.
5,900
초록보기
Nel campo della letteratura resistenziale che fece la parte del protagonista dopo la guerra, Fenoglio occupa una posizione molto particolare. Molte delle sue opere, pubblicate e riconosciute postume, non seguono un modello tipico del neorealismo, corrente dominante culturale e letteraria a quel tempo non hanno come protagonista gli eroi della Resistenza che fanno da traino, ma la gente ordinaria che vive la vita quotidiana ai margini del vortice della guerra. Inoltre, nessun scrittore e riuscito ad amalgamare una storia d`amore con la Resistenza in modo cosi connotativo e drammatico come in Una questione privata(1963): si tratta di una storia di un giovane partigiano che si imbatte in una questione privata nel gorgo della guerra, dei conflitti ideologici e di tutte le grandi cause. Lo scrittore guarda la condizione partigiana come quella umana di per se e descrive le figure partigiane sommerse nel travaglio della storia crude cosi come sono e indaga il lato interiore dei giovani sconvolti dalla guerra che stanno attraversando il cuore della gioventu. Il partigiano Milton, in servizio di pattuglia, visita la villa di Fulvia, la sua amata, dove l`ha frequentata e ha costruito il mondo dell`amore e dalla cui custode viene a sapere degli incontri tra Fulvia e l`amico del cuore Giorgio. Cosi comincia Milton la sua ricerca travagliata e incessabile della verita del rapporto dei due. Ma questa e una ricerca ossessiva e disperata per capire se il suo mondo costruito sulla fiducia dell` amore non fosse un`illusione ma una cosa vera e reale. Insomma e una ricerca di se stesso. Questa tensione interiore del protagonista e quella esteriore del mondo intorno e delle faccende concorrono insieme e la ricerca di se svolge verso la fine tragica. Questo breve romanzo, amato dai lettori di tutto il mondo, e un intreccio di alta densita e tensione, pieno delle descrizioni dei personaggi di carattere vivo, dello svolgimento veloce, e anche piena del linguaggio sensoriale. Con questa opera, Fenoglio si colloca tra i classici della letteratura italiana.

Il fu Mattia Pascal 의 데카덴티즈모와의 상관관계 연구

한성철 ( Sung Chul Han )
6,100
초록보기
Qual e la posizione di Pirandello di fronte al Decadentismo? Pirandello puo considerarsi insieme a D`Annunzio il maggiore interprete della sensibilita espressa dal Decadentismo in Italia. Un certo segno di Pirandello al Decadentismo e quel suo tenere a dare ai suoi personaggi significato simbolico(Mattia Pascal) e a farli apparire come paradigmi significativi della sua tesi. L`estetismo dei decadenti si riflette ne Il fu Mattia Pascal in quella costante immedesimazione della vita dell`arte, dell`uomo. Il fu Mattia Pascal e apparso originariamente come un aspetto del romanzo del grottesco, ma visto in essa l`accento batte sulla spietata analisi che l`uomo fa della propria personalita contrapponendola alle forme. Percio la persolnalita di Pirandello(Mattia Pascal) supera l`angusto limite dell`esperienza del grottesco. In conclusione, dico che Pirandello conosce pure l`esperienze culturali di Nietzsche, Schopenhauer, Wagner e Freud, ma tende sempre ad un superamento di loro col suo fne di una ricostruzione positiva dello spirito umano.
1