글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 47권 0호 (2016)
6,400
초록보기
Since the 1990s has increased the post modern thinking in Italy it’s influence which makes the repression of the other a point at issue, the ethical response on it has become a important theme in philosophy. This paper explores these issues through three contemporary italian films. Francesca Pirani’s L’appartamento (1997) serves as a point of departure for a closer examination of two more recent films, Marina Spada’s Come l’ombra (2006), and Carlo Mazzacurati’s La giusta distanza (2007). The Italy imagined in L’appartamento is one that stereotypes migrants. As a result Pirani’s narrative akses for to improve and humanize the two migrant protagonists, leaving the Italians in the film as negatively stereotyped representations of prevailing institutional hostilities. Spada and Mazzacurati’s works join a raft of films where migrants are an accepted part of the cinematic imaginary and where the migrant protagonist serves as a catalyst for the self-realization of the Italian protagonist. At the same time the constructed couplings within the films’ narratives appropriate tropes from Pirani’s film and offer the basis for reflection on the social and cultural anxieties engendered by migration and mobility in contemporary Italy.

단테의 순례와 변신

박상진 ( Sang Jin Park )
12,700
초록보기
Metamorphosis is the theme with which many writers since Ovid have dealt with great interest. When we say that metamorphosis consists in the process of generation in the biological dimension, we can realize that it is also the process or result of the exchange of the identities of plural entities. We can observe that there stem one single entity or several variations in the end of metamorphosis; what drwas our attention here is the fact that there remain some traces of mutual exchange of identities in them. In the Divine Comedy, many cases of metamorphosis appear; in other words, the pilgrim Dante undergoes them by which he continues his journey. It is possible to say that they play the rold of guides for Dante insofar as he finds himself transformed in the process of experiencing many cases of metamorphosis; this transformation itself is none other than a metamorphosis of Dante. If we think that the ultimate of Dante in the Comedy, as he clarifies in the letter to Cangrande, was to pursue the unification of God and man, Dante’s metamorphosis can be defined as transformation from man to a transcendental being. The metamorphosis of the pilgrim Dante into the light of God in the paradise is the ultimate point of salvation, but the writer Dante postulates the pilgrim Dante who returns to this world and strats again the pilgrimage at the dark wood in the way of internalizing his own memories. Here the pilgrim undergoes another metamorphosis. This kind of ongoing metamorphosis is totally different from that which the sinners in the hell undergo merely centering around their own isolated place and repeating the same dimension without moving toward a qualitative change.

『광란의 오를란도 Orlando furioso』속작가의 "여인 madonna"

박진경 ( Jin Kyung Park )
7,200
초록보기
Nel presente contributo, tra le numerose donne decantate dall’Ariosto, viene trattata la figura di Alessandra Benucci, amata dal poeta ma mai menzionata esplicitamente in alcuna delle sue opere. Per quanto sia possibile accertare, Alessandra sembra essere l’unica donna che Ariosto abbia amato, ed e legittimo presumere che lei fosse particolarmente importante per lui. Ariosto, che si era formato attraverso lo studio di Dante e Petrarca, i due poeti piu rinomati per le liriche amorose, avrebbe certamente voluto lodare la sua amata, come i precedenti. Ma l’amore tra l’autore e Alessandra sarebbe dovuto restare segreto, a causa di vari problemi pratici. Al poeta non restava che decantare la sua donna nelle sue opere dissimulandone l’identita tramite vari espedienti formali. A volte loda la sua bellezza e la sua nobilta riferendosi apparentemente ad una statua, e a volte la decanta come una figura ideale, che spera di incontrare in futuro. Nell’invocazione del proemio, Alessandra riveste il ruolo della Musa, essere sublime che avrebbe ispirato la vena poetica di Ariosto. Questi esprime il suo amore e le sue lodi per Alessandra sempre in modi indiretti o emblematici, ma almeno in un’occasione, si pone davanti alla sua donna con un atteggiamento diverso, come un uomo che confessa direttamente il proprio amore, non come un narratore che racconta storie ai suoi ascoltatori (o lettori). Ma, come in precedenza, non puo chiamarla con il suo nome (Alessandra): la chiama invece con il titolo di “madonna”, sublimandone in tal modo la nobilta. E subito dopo le fa una dichiarazione diretta, parlando in prima persona. Da quel momento in poi, Alessandra avrebbe cominciato ad esistere come una presenza concreta nell’opera. Dopo la morte di Ariosto, i posteri hanno riordinato e studiato le sue liriche inedite, le lettere intercorse tra il poeta e i conoscenti, e i suoi documenti privati, e in tal modo e emersa la storia d’amore segreta tra il poeta e Alessandra. Sulle base di tali scoperte, possiamo adesso dare un volto alla donna senza nome che figurava nelle opere del poeta.

단테의 『새로운 삶Vita nuova』 연구

이상엽 ( Sang Yeob Ii )
7,100
초록보기
Il genere letterario della Vita Nuova e prosimetro che prima di Dante non ha precedenti di importanza nella letteratura italiana. Dante puo essersi ispirato al De consolatione philosophiae di S. Boezio che Dante amava molto. La Vita Nuova e un itinerario autobiografico. Dante crea un episodio, la donna .schermo che e uno dei piu celebri episodi nella letteratura di Dante. Dante rivolge la sua attenzione non a Beatrice, il suo vero amore, anzi a un’altra nobildonna per proteggere Beatrice dalle maldicenze che possano nuocere alla sua reputazione. Ma questo suscitera la reazione di Beatrice, che neghera il suo saluto al poeta. Secondo Singleton “Nella Vita Nuova il significato pubblico di salute e Cristo, quello privato e Beatrice: ma senza il primo, il secondo, perdendo quella tensione che e l’ultima cosa che un’opere d’arte puo permettersi di perdere, ha perduto ben piu della meta del suo significato.” Con l’episodio Dante dicide di lodare Beatrice invece di amarla in modo terreno. Questa loda e unica cosa da fare per il suo amore e per la cosa venuta dal cielo in terra a mostrare miracolo. Nella Vita Nuova Dante ci mostra le cose piu importanti nella sua letteratura: amore, allegoria, arte di scrivere, teologia, idea di classici letterari e filosofici ecc. Una lettura complessa e ben curata della Vita Nuova sara una decisiva chiave di capire la intera poetica e letteratura di Dante, non solo come una parte introduttiva alla Commedia.

영화 < 사울의 아들 >과 프리모 레비의 "회색지대"

이소영 ( So Young Lee )
6,300
초록보기
Primo Levi, noto per Se questo e un uomo, capolavoro della letteratura della testimonianza, pubblico il suo ultimo libro, I sommersi e salvati un anno prima della sua morte tragica del 1987. E la summa del pensiero di Levi che si avvicina alla natura umana andando oltre le sue esperienze terribili ad Auschwitz. In questa opera Levi tratta degli argomenti piu ‘pesanti’ come ricordi, vergogna, zona grigia, violenze, stereotipi, comunicazione; sono questi argomenti tratti dalla tragedia storica di Auschwitz. In questa opera Levi estende la questione della natura umana in una determinata situazione limite a quella della natura umana universale. Nel secondo capitolo del libro, Zona grigia, Levi sottolinea che non si puo guardare il campo nazista da un punto di vista dicotomico che contrappone nettamente bene/male, amico/nemico, oppresso/persecutore, e analizza i vari strati che compongono il campo. Il carattere della zona grigia, cioe il ceto medio di quelle vittime che sono nello stesso tempo perseguitati e persecutori, si riassume in due parole chiavi: previlegio e collaborazione. Levi prende i Sonderkommandos come un estremo esempio di collaborazione. Il termine “Sonderkommandos” designa la squadra speciale che faceva tutti i lavori riguardanti la camera a gas e il crematoio creati per il massacro collettivo degli ebrei. Anche il film < Il figlio di Saul > di Laszlo Nemes, regista ungherese di origine ebrea, tratta la storia dei Sonderkommandos. Questo film e stato realizzato dopo una approfondita valutazione delle fonti storiche. Per questo riesce a presentare la vita dei Sonderkommandos in uno stile molto realistico e a testimoniare Auschwitz. Descrivendo la vita quotidiana del protagonista Saul e dei suoi compagni Sonderkommandos che possono sopravvivere solo uccidendo gli ebrei come loro, questo film illumina i valori ai quali l’uomo non puo rinunciare anche negli ultimi minuti della vita in una terribile situazione limite. Questo articolo cerca di esaminare come vengono trattati e descritti questi Sonderkommandos nel film di Nemes e nella Zona grigia di Levi e di riflettere sulle questioni del limite morale e della testimonianza. Credo che sia una ricerca utile e necessaria anche per la societa coreana di oggi che ancora e alle prese con il compito di liquidare la questione delle violenze storiche.
6,800
초록보기
오스트리아로부터 해방된 후 이탈리아 통일운동Risorgimento의 시기인 19세기는 이탈리아인들에게 있어 역사적으로 중요한 시기이며, 그한가운데 이탈리아 국민을 사랑하고 진정한 이탈리아의 해방을 찬양하며 민족의식을 고취시킨 위대한 민족시인 카르두치가 있다. 그의 애국심은 유수한 작품들에 녹아들어 이탈리아 국민들이 자유와 정의로 눈돌릴 수 있도록 이끌었다. 본 논문에서는 그의 작품들을 1) 고전주의적관점과 2) 반 기독교적 관점, 양방향으로 조망한다. 그리고 그의 문학작품에 나타난 이 두 관점은 결국 이탈리아인의 우수성을 일깨우고 진정한 독립을 향한 애국심을 고취시키기 위한 카르두치의 투사 방법이었음을 살펴본다. 본 논문에서는 첫 째, 통일을 위해 애국심이 요구되는 당시 이탈리아시대를 감안할 때, 적어도 카르두치의 관점에서는 다소 감상적일 수 있는 레오파르디와 같은 낭만주의자와 그와 다른 시각의 고전주의자 카르두치의 관점을 비교한다. 둘 째, Inno a Satana(1863) 와 Giambi edEpodi(1867-1879)와 같은 작품들을 통해 이탈리아 통일에 방해가 되는 로마 카톨릭 교회에 강하게 반발하는 반종교적 정신을 소고한다. 셋 째, Rime(1857), Rime nuove(1887), Odi barbare(1878-1889)와 같은 그의 후반 작품들을 통해 찬란했던 역사의 부활, 고대 로마의 영광과 그 정신으로 돌아가고자 하는 카르두치의 고전 정신을 살펴본다. 결론적으로, 카르두치는 해방 이탈리아를 염원하는 ‘애국주의자’의 입장에서 통일 정신을 저해하는 교회에 적대감을 드러낸 ‘반 카톨릭 정신’을 시로 표현하였다. 둘째, 그는 ‘민족주의자’로서 고대 로마의 정신을 이어받아 본래 이탈리아인이 가졌던 우수한 국민성을 상기시키려 하는 ‘고전 정신’을 보여주었다. 본 연구가는 이 논문에서 카르두치를 시자체가 가지는 미를 추구하는 예술가로서 의의를 두지 않았다. 그는 동시대에 어쩌면 사치일 지도 모르는 예술성이나 내적 감성을 추구했던 낭만주의에 반하였고, 오히려 반 기독교정신과 고전주의로 무장하여 민족주의와 애국심을 투사시켰으며 그 시대와 국민이 실질적으로 필요로하는 ‘유용한utile’ 시를 선택한 시인이었다고 고찰하는 데 이 연구의 의의가 있을 것이다.

네러티브 속의 동서 교류

조문환 ( Moon Hwan Cho )
5,900
초록보기
La via della seta fu un percorso commerciale e culturale che legava il mondo orientale a quello occidentale. Attraverso di esso tutto il mondo allora conosciuto comunicava - Antica Roma, Grecia, Africa, India, Asia Centrale, Cina. Il riconoscimento dell``esistenza dell``Impero romano e dell``Impero cinese risale al primo secolo avanti Cristo, ma il primo contatto diretto avvenne solo nel secondo secolo. I due mondi fino al tempo di Marco Polo rimasero sempre senza contatto diretto a causa dei popoli che risiedevano nell``Asia Centrale, quel territorio di mezzo che separava la Cina dall``Occidente. In questo articolo intendo rintracciare nelle narrative i tre fattori storici che consentirono i primi veri contatti tra Oriente e Occidente: la scoperta della seta, un tessuto meraviglioso e mai visto dai romani; il viaggio di Marco Polo, l``avventuriero italiano che nei suoi viaggi si spinse fino al piu`` estremo oriente; e l``intraprendenza di Venezia, citta commerciale e culturale che nel Medioevo si arricchi oltremodo proprio avvalendosi dei vantaggiosi scambi tra Oriente e Occidente.

이탈리아어 분류사에 대한 통사론적 연구

조성윤 ( Sung Yun Cho )
5,900
초록보기
Lo scopo del presente lavoro e di comparare le proprieta sia dei classificatori numerali sia dei classificatori PLACE tra l``italiano e il coreano dal punto di vista delle funzioni, delle forme e della struttura nelle frasi. Diversamente dal coreano, l’italiano e l’inglese sono generalmente considerate lingue prive di classificatori. Pur in assenza di classificatori pronunciati in tali lingue, e possibile postulare l’esistenza di una proiezione funzionale dedicata ai classificatori anche in esse, in base all’ipotesi dell’uniformita interlinguistica universale delle strutture sintattiche. In base a tale ipotesi, ho proposto che l’italiano e l’inglese possiedano dei classificatori silenti. Sulla scia dell’osservazione di Greenberg (1972, 1975), che nota come anche le lingue prive di classificatori pronunciati possiedano in realta degli elementi mensurali espliciti in espressioni come due anni, un miglio, dieci metri, quattro volte, ho dimostrato che gli elementi come anno, miglio, metro, volta, ecc., possono essere maggiormente assimilabili ai classificatori che ai sostantivi. Basandomi sulle analisi di Cinque(2006, 2007) e Kayne(2005, 2014), ho proposto che anche l’italiano possieda in realta un sistema di classificatori. Inoltre ho proposto che esista nei PP una proiezione funzionale ospitante un classificatore PLACE(appunto, il -ccok in coreano, il -side in inglese ed il -canto in italiano). Dal momento che, a livello interlinguistico, le lingue con classificatori non separano i numerali dai classificatori che li restringono, ho proposto che il ClPLACE si configura in tal modo come una controparte di Cl numerali. E mia speranza che il presente lavoro possa rappresentare un contriuto ad una migliore comprensione della sintattica nel dominio delle espressioni dei classificatori.

새로운 장르 공공미술: 마리아 라이MariaLai의 < 산을 묶다 >

최병진 ( Byung Jin Choi )
6,200
초록보기
Per “New genre public Art” si intende della nuova declinazione dell``arte pubblica come arte contestuale proposta da un’artista americana Suzanne Lacy negli anni 80, percio si considera un fenomeno artistico recente in Italia rispetto ad essa. Tale fenomeno artistico invece e stato introdotto in Italia soprattutto da un opera d’arte negli anni 80: Legarsi alla montagna di Maria Lai. Quest’opera si dimostra di un dialogo fecondo tra l’arte e la memoria sociale dopo la seconda guerra mondiale e il movimento Sessantotto italiano. Il cambiamento che Maria Lai introduce non riguarda solo la forma performance e il soggetto dell’arte, ma la stessa struttura interpretata da Lai sulla situazione sociale dell’epoca.

Notes on preverbation in contemporary Italian

( Alessio Muro )
6,300
초록보기
The present contribution aims to provide a synthetic description of the main morphological and syntactic phenomena linked to preverbation in contemporary Italian, paying special attention to the phenomenon of preverb stacking, which so far has not received any attention, as far as Italian is concerned. Preverbs are defined as a subset of verbal prefixes, namely those bearing semantic values pertaining to the domains of space, temporal/aspectual meanings, or quantification. Such prefixes are mainly spatial in their original uses, the other meanings being the outcomes of grammaticalization paths. There is, in Italian and other Indo-European languages, a certain formal overlap between the class of preverbs and that of adpositions (i.e. prepositions, in the case of Italian). The first part of the paper is devoted to a discussion of the relationship between prepositions and preverbs, with special attention being paid to the effects of preverbation on argument structure and transitivity. After introducing the temporal/actional meanings of Italian preverbs, the main features of preverb stacking are outlined. Two types of stacking are identifiable in Italian: the type termed ‘preverbazione incrementale’ (incremental preverbation) features the stacking of individual preverbs, each of which contributes a clearly identifiable meaning. This type allows for the stacking of up to three preverbs; those positioned in the second and third layers normally cannot express spatial meanings. This phenomenon is common in the formal register of the language. The other type is termed ‘polipreverbazione intensiva’ (intensifying preverb stacking): its characteristics are the opposite of those identified for incremental preverbation. In this type, the preverbs are all intensifiers and come in lexicalized blocks commonly composed of three morphemes. Intensifying stacking is a feature of the colloquial language (especially of younger generations).
1