글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 51권 0호 (2017)

이탈리아를 노래한 한국 시에 대한 연구

김효신 ( Kim Hyo Shin )
11,700
초록보기
L`Italia e un paese orgoglioso nell`ambito della cultura. Nel corso dei secoli l`Italia, secondo tutti gli storici, ha portato un contributo di primo piano alla cultura mondiale. In particolare nei due periodi in cui il territorio italiano fu il centro della civilta del tempo, ovvero durante l`Impero romano e il Rinascimento, il ruolo che ebbe nella storia della conoscenza umana fu di grande rilevanza. Questo studio riguarda quante poesie coreane ammettono la cultura d`Italia oppure le cose italiane fino all`anno 2000: raggruppandosi maggiormente in due, cio`e le poesie sul viaggio d`Italia e quelle sull`Italia oppure per le cose d`Italia. I poeti coreani che hanno scritto delle poesie del viaggio d`Italia sono soltanto sette persone: Seo Jeong Joo (ne ha scritte otto), Hwang Dong Gyu (ne ha scritte quattro), Go Eun (sole due), Cho Ji Hoon (sola una), Mo Yoon Sook (sola una), Cho Byeong Hwa (sola una) e Ma Jong Gi (sola una). Fra questi sette poeti coreani si puo fare notare le otto poesie di Seo Jeong Joo e le quattro di Hwang Dong Kyu. Inoltre, le cose d`Italia si trovano abbastanza abbondante in varie poesie di Kim Ki Rim (poeta moderno). Mentre in alcuni poeti coreani si presentano solo pochi aspetti d`ammissione delle cose d`Italia : O Jang Hwan, Im Hwa (poeti moderni), Ma Jong Gi, Kim Nam Joo, Kim Soo Young, Kim Nam Jo, Kim Kwang Kyun (poeti contemporanei). Fra le poesie moderne di forma tipicamente coreana “Gasa”, scritte durante il periodo della porta aperta da 1894 fino a 1910, solo otto poesie rappresentano minimamente gli aspetti di ricezione delle cose d`Italia.

마리오 루치의 시 속에 나타난 `어머니` 연구

박진경 ( Park Jin Kyung )
7,000
초록보기
Il pensiero riflesso nelle opere di Mario Luzi e tanto vasto e multiforme quanto il periodo della sua attivita poetica. Dietro a tale pensiero sono tuttavia sempre discernibili le emozioni personali dell`autore, in particolare l`affetto verso la madre e la fede cristiana da lei ispirata. Il presente contributo tratta appunto delle poesie dedicate da Luzi alla madre: in tali componimenti, l`autore sceglie la figura materna come spunto per proiettare a livello simbolico realta spiritualmente elevate, come la fede cristiana o la Chiesa, il che indica che la madre e la fede cristiana formano, nel suo pensiero, un`entita unica e indivisibile. Fin da quando il poeta era piccolo, la madre aveva sempre avuto un`enorme influenza sulla sua vita; un`influenza determinante per la sua conversione alla fede e per il pensiero espresso nelle sue opere. La madre fa sentire la propria influenza sia da viva che da morta, in quanto la morte della madre fa sentire al poeta in maniera piu che mai intensa la paura dell`impermanenza della vita, e lo induce a ripensare ed approfondire le sue riflessioni sulla vita stessa, sulla morte e sulla fede. Luzi, prima della morte della madre, auspicava che la religione divenisse piu attenta e vicina alla vita reale del mondo, ma a partire da questo evento traumatico inizia a riscoprire e a credere in concetti religiosi piu tradizionali come la trascendenza, che prima vedeva come un qualcosa di alieno dalla vita presente. Dopo tanta sofferenza, Luzi riesce finalmente ad accettare la morte della madre grazie alla fede nella vita eterna che le anime dei defunti possono ricevere da Dio. Cio che gli consente di vincere il dolore derivante dalla separazione e in particolare la fede in un contatto spirituale tra i vivi e i morti, che passa attraverso il ricordo. Per mezzo di tale contatto spirituale, in un qualche modo e possibile restare tutti insieme per sempre, distruggendo il muro tra questo mondo e l`aldila e superando la limitazione della morte. In tal modo, la morte della madre ha fatto maturare la fede di Luzi, aggiungendo ancora un altro colore al mondo della sua poesia.
6,800
초록보기
Studio del mondo interiore umano e una fase importante che conduce alla letteratura contemporanea. D`Annunzio intende studiare delle leggi per cui si svolge l`interiore vita uomana, cosi come vi sono delle leggi per i disegni e i colori in ogni forma. La volonta dello scrittore si rivela attraverso nuove tecniche di punto di vista estetico. La scrittura del vate e estremamente versatile e sperimentale. Sul piano stilistico ne L`innocente rivela la lingua poetica che si e fatta sciolta e discorsiva. La riflessione musicale di Wagner e il “Leitmotiv” che implica l`ambiente dell`energia psicologica nel romanzo. D`Annunzio e stato ispirato dal naturalismo francese, dal verismo italiano, dal simbolismo francese, dalla nuova tecnica romanzo russo, dal superuomo di Friedrich Nietzsche. Lo stile di D`Annunzio rappresenta l`idea del farsi scrittura “Plastica e sinfonica, ricca d`immagini e di musiche.” Il wagnerismo di D`Annunzio e piu incline alle suggestioni platoniche e schopenhaueriane di un`Arte che trasfigura “le persone e le cose reintegrate nella pienezza del loro essere.” La scrittura del vate e estremamente versatile e sperimentale. Sul piano stilistico ne L`innocente rivela la lingua poetica che si e fatta sciolta e discorsiva. La riflessione musicale di Wagner e il “Leitmotiv” che implica l`ambiente dell`energia psicologica nel romanzo. Attraverso i ricordi del protagonista e rivelato il flusso inconscio della coscienza associata con l`esposizione del protagonista, come l`angoscia tra l`ideale e la realta non puo essere superata nei Romanzi della Rosa. Questa angoscia filosofica del protagonista significa la distinzione tra il mondo reale e il mondo ideale ne "Il mondo come volonta e rappresentazione" di Schopenhauer. Questa assurdita e rivelata come la realta ideologica del piacere, il desiderio che non figura nella realta sembra essere un conflitto per l`essere interiore. Tuttavia, l`idea non puo essere realizzata. L`ideale impossibile da raggiungere che si genera con le memorie involontarie e rappresentato con la realta inconsciente. Ho indagato il mondo interiore umano attraverso il metodo allegorico che segue il cambiamento del tempo. Anche ho valutato l`arte psicologica, la multiforme avanguardia e gli elementi musicali attraverso il linguaggio, il colore, la sinestesia. L`innocente e scritto con il parallelismo strutturale, cioe e scritto due volte con la stessa storia prima dal punto di vista psicologico e poi con il racconto fattuale. Ne L`innocente si puo vedere la coesistenza tra la nostalgia del passato e l`utopia del futuro.

Dante의 『신곡Divina Commedia』 제 1곡 연구

이상엽 ( Ii Sang Yeob )
6,200
초록보기
La ricerca in Corea su Dante non sarebbe ricca sopratutto quantitamente rispetto agli altri paesi anche nell`area orientale, ma recentemente nel nostro paese alcuni studiosi si hanno messo di prendere un grande impegno della ricerca. Nel mio breve saggio vorrei presentare alcune opinioni e qualche nuova interpretazione sui punti fondamentali e quindi importanti da leggere e capire la Divina Commedia, in particolare mi soffermo sul primo canto dell`Inferno. Nel capitolo I di questo saggio ho accennato degli aspetti della tradizione del poema occidentale nella Divina Commedia, nel II ho cercato di approfondire delle cose sulla vita di Dante e la nascita del poema considerando alcune cose viste dagli altri studiosi connazionali. Quindi nel terzo capitolo, come la mia ricerca principale, ho tentato di fare attentamente una lettura dell`Inferno I tenendo conto delle chiavi in lettura: i primi tre versi, mezzo del cammin di nostra vita, ritrovarsi, selva oscura, la diritta via, uso di similetudine, una lupa, fioco, uso dell`latino, Virgilio.

수치의 아이러니: 프리모 레비와 카프카

이소영 ( Lee So Young )
6,700
초록보기
Il senso di vergogna dei superstiti di Auschwitz e strettamente legato alla problematica della dignita umana che percorre coerentemente tutto il mondo letterario di Primo Levi. In fondo a questa vergogna giace un`incurabile ferita della dignita demolita dal sistema nazista oppressivo. Gia vent`anni prima del `fenomeno` di Auschwitz, Il processo di Kafka, pubblicato incompiuto dopo la sua morte, dimostra come possa presentarsi nella societa civile moderna questa vergogna paradossale dei superstiti, cioe quel senso ironico di colpa e di vergogna provato non dai persecutori ma dalle vittime, ampliando le problematiche della vergogna e della dignita calpestata dalla struttura oppressiva del potere a quelle universali che vanno oltre Auschwitz. In questa opera Kafka descrive la violenza che un`enorme autorita anonima puo esercitare sui cittadini innocenti, l`assurdita grottesca che sta in fondo a questa violenza, la demolizione della dignita umana e la conseguente vergogna. Esse sono fondamentalmente dello stesso carattere di quelle che Levi descrive attraverso Auschwitz, cioe il concentrato del sistema piu assurdo di potere oppressivo.
초록보기
Il presente studio ha uno scopo di esaminare la memoria di Holocaust e la rappresentazione letteraria con distacco in Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani. Nelle opere di Primo levi e Giorgio Bassani, l`Italia ha dato un contributo continuo alla letteratura di Holocaust. La caratteristica della letteratura di Holocaust e l`impegno di preservare la memoria della offesa e delle vittime. Giorgio Bassani dedico una parte considerevole della sua scrittura alla narrazione della vita della comunita ebraica di Ferrara durante il periodo di Fascismo e la seconda guerra mondiale per non dimenticare la perdita di umanita. Il ruolo della memoria e un elemento decisivo nelle opere di Bassani. Il Giardino dei Finzi-Contini e considerato il migliore della serie di romanzi che Bassani ha prodotto sulla vita degli ebrei italiani di Ferrara. Anche se il romanzo si concentra sui rapporti tra i personaggi principali, l`ombra del fascismo, in particolare le leggi razziali che limitano la partecipazione degli ebrei alla societa italiana, si affacciano su tutti gli eventi del romanzo. Il Giardino dei Finzi-Contini e caratterizzato da precisi riferimenti storici, luoghi reali, nomi e date, e la sua concretezza e la sua precisione nel descrivere la realta hanno portato i lettori a chiedersi se i suoi personaggi sono ispirati da persone reali, dove tracciare la linea tra Storia e litteuratura, realta e immaginazione. Il libro di Bassani sia una commemorazione che un ricordo della vittime italiane durante il periodo ei Fascismo e la seconda guerra mondiale.
6,800
초록보기
Lo scopo di questa tesi e passare in rassegna la critica ai giusnaturalisti moderni mossa dall`avvocato napoletano Damiano Romano. Tenendo conto della sua tendenza religiosa esposta nelle sue varie opere, non e difficile affermare che l`avvocato napoletano rappresenta tutti gli altri pensatori cattolici del `700. Romano, da un parte, difese la superiorita dei sovrani ai papi come un regalista instransigente in tutta la sua vita ma, dall`altra, non mise in dubbio l`autorita dei papi e della chiesa cattolica nella sfera spirituale. Inoltre si oppose ideologicamente a tutte le correnti filosofiche antiche e moderne non conformi al cattolicesimo, tra cui tutte le confessioni del protestantesimo, il cartesianesimo, l`ateismo, il lucrezianesimo e il platonismo. Anche il giusnaturalismo moderno fece al caso. L`avvocato naoletano, in una serie di opere scritte dal 1755 all`ultimo periodo della sua vita, confuto tutte le ipotesi condivise dai giusnaturalisti moderni sulla natura socievole e sullo stato naturale del genere umano, facendo ricorso alle opinioni di padri della chiesa e all`interpretazione letterale della Sacra Scrittura. In conclusione la critica romaniana mostra in maniera simbolica la reazione del mondo cattolico, il quale resisteva alla secolarizzazione dei giusnaturalismo.
초록보기
This study aims to examine the spatial metaphor of `Island` in the socio-mythological drama, The New Colony. Especially, many critics pointed out two different aspects about `Island`, and this study considered them in detail through the text. The first one was that the space of `Island` seen by the characters before arriving on the island was a metaphor for `Utopian Ideal`. The second one was that as the drama progressed, the space of `Island` newly settled down by the characters was nothing but another new colony, that is, a metaphor for `Human Beings` Ontological Condition`. The researcher has the same opinions as these two aspects. However, the third one was that after all the other characters sunk deep into the sea, La Spera and her son dramatically survived, and the researcher has a different opinion from the existing views on this last epilogue scene. The existing views are approximately divided into two kinds. One is that because of her pure motherhood, La Spera and her son were compensated by nature, which shows an expectation for an utopian hope. The other is that not a settlement with human beings and social power but a deus-ex-machina conclusion shows human beings` tragic condition that no one can avoid. However, the researcher interpreted the two spacial aspects of `Island`, `Human Beings` Ontological Condition` and `Utopian Idea`, as a metaphor for `Eternal Repeatability` of these two aspects. The repeatability of life is eternal. Whether to get locked in a tragic ontological condition or put constant effort in hope of a better and utopian world will be decided by individual human beings. The consequences are not assured. No matter if such a tragic condition or a hope is chosen, each chooser`s journey will have different colors every moment, and such a process will repeat forever. The researcher sees that although the social myth of Pirandello well expresses human beings` repetitive journey of life that they cannot and won`t give up hopes, although they are in such a tragic ontological condition. Moreover, as Sinicropi once mentioned that `the leap into an irrational area of myth does not have to derive from a sense of renunciation, but one of achievement, of necessary completition of the artist`s aspiration`, the researcher also sees that the irrational ending of `Island` seen in the social myth, The New Colony, does not always show only human beings` failures under a tragic ontological condition, a consolation for them or a vague and contrived hope. In other words, it is considered that beside such a tragic ontological condition, the island provides human beings with another ontological condition where they can expect and repeat their attempts, and this repeatability itself can be an opportunity of choice, further being a new hope in the end.

이탈리아어의 신 표준어 연구

조문환 ( Cho Moon Hwan )
6,700
초록보기
13th century Florentine writers are responsible for the literary origin of the standard Italian language; its grammar and lexicon have remained almost entirely fixed and unchanged since then. However, the average person has always used local vernacular, and Italian dialects developed so differently from the standard written language that some people could not understand the standard version of the language when the nation was unified in the 19th century. The diversity of spoken languages in the peninsula was considered to be unimportant in the history of the Italian language and have continually provoked serious communication problems. After the unification, these dialects have declined gradually with exposure to contemporary mass media, such as newspapers and television. Following the standardization processes of written and spoken Italian, Italians now have an ideal standard language that reflects the community, but standard Italian continues to change as it absorbs a variety of so-called `new-standard` language. In this paper, these new linguistic forms that have entered into the domain of standard language will be examined.

페데리고 토치의 프롤로그 - 『감은 눈으로』

주효숙 ( Joo Hwo Sook )
6,500
초록보기
Cominciando, come prologo della ricerca su di Federigo Tozzi -Con gli occhi chiusi , vorrei verificare il valore della letterarieta di Federigo Tozzi. Tozzi e molto noto per la scrittura crudele e per i romanzi autobiografici. Metttendo a focus questo carattere autobiografico, potrebbe essere compreso che romanzi di uno scrittore si specchiassero l`esistenza di quello scrittore. Tozzi non si e mai istruito niente per divenire scrittore. Non ha mai avuto nessun opportunita di studiare il linguaggio lettterario. Tozzi ha dovuto fare l`autoformazione per scrivere dei romanzi. Di conseguenza Tozzi ha dovuto e/o potuto scrivere dei romanzi autografici mettendo la sua anima nei romanzi. E in questi romanzi autobiografici viene rivelato il suo linguaggio parlato e non letterario. Vengono sovente trovate le espressioni crudeli non raffinate. In conclusione direi che con questa ricerca possa rendere comprensibile il cospicuo carattere dei romanzi di Tozzi. E voglio differire il complesso di Edipo e Antiedipo di protagonista Pietro alla prossima ricerca.
1 2 >