글로버메뉴 바로가기 본문 바로가기 하단메뉴 바로가기

논문검색은 역시 페이퍼서치

이탈리아어문학검색

LETTERE ITALIANE


  • - 주제 : 어문학분야 > 이탈리어문
  • - 성격 : 학술지
  • - 간기: 연3회
  • - 국내 등재 : -
  • - 해외 등재 : -
  • - ISSN : 1598-5598
  • - 간행물명 변경 사항 : 이어이문학(~2004)→이탈리아어문학(2005~)
논문제목
수록 범위 : 55권 0호 (2018)

이탈리아 한국학의 현재와 미래

김효신 ( Kim Hyo Shin )
13,100
초록보기
Oggigiorno, la Cultura Coreana in Italia non è nuova. la Corea è presente in Italia sotto molti aspetti. In Italia si può trovare gli istituti universitari per la lingua coreana inclusa la coreanistica, le palestre dell’arte marziale, i ristoranti tipici coreani, i prodotti della grande industria. Oggi si può dire che non vi sia in Italia una sola casa in cui non sia mai penetrato qualcosa costruito in Corea. In effetti, durante questi ultimi 20 anni si è cresciuta molto l’attuale Coreanistica sia grazie alla passione ed agli sforzi continui degli studiosi italiani coreanistici, sia grazie al sostegno governativo della Corea. Inoltre la maggior parte dei lavori principali scritti da alcuni studiosi illustri italiani si è fatta grazie al supporto coreano. Quindi per il futuro, per il buon risultato cioè dei libri e delle tesi ecc. si deve andare avanti come adesso. Recentemente si può notare alcune vicende significative per lo sviluppo della Coreanistica per esempio, l’Esposizione Universale Milano 2015, il Window on Korea presso l’Università La Sapienza di Roma.
6,200
초록보기
In questo saggio vorrei studiare l’ironia rappresentata nelle Operette Morali di Giacomo Leopardi. Nelle Operette Morali Leopardi riflette sulla condizione umana che si trova tra passato e presente e sulle persone che aspirano alla felicità. Nell’adolescenza ci pare che raggiungiamo a quella felicità, ma sappiamo che è un sogno impossibile con il passare degli anni. L’ironia e il riso sono password per arrivare a questo vero arido. Nelle Operette Morali Leopardi presenta l’ansia ontologica e la forma vuota dei moderni attraverso l’ironia e rivela la ragione della vita come la morte nella vita del tempo moderni. Grazie a questa ironia, si può affrontare il vero della vita noiosa e vuota con un coraggio. In particolare questo saggio ha studiato < Dialogo della Moda e della Morte > in cui Leopardi collega la moda con la morte, mostrando la profondità filosofica che non era consciuta nella tradizone letteraria precedente. La loro madre è la caducità, poiche in Leopardi diventano sorelle la Moda e la Morte. Così è inventa una nuova geneologia mitica.
7,200
초록보기
Anche tenendo in conto la ponderosità dell’opera, l’Orlando furioso, a partire dal momento iniziale del processo di elaborazione, ha necessitato di qualcosa come 25 anni e 3 revisioni prima che l’edizione finale potesse vedere la luce. Ciò dà un’idea della profondità e della dedizione con cui l’autore ha lavorato. Diversamente dalla seconda edizione, caratterizzata da sostanziali revisioni di lingua e stile, la versione finale risulta costituita da un totale di 46 canti, contenenti 718 ottave aggiuntive. Nel presente lavoro particolare attenzione viene dedicata proprio a tali episodi aggiunti all’edizione finale, episodi il cui studio è necessario per comprendere sia lo sviluppo dell’autore che l’evoluzione dell’opera. Questo perche proprio gli episodi aggiunti rappresentano spazi in cui troviamo riassunti le opinioni ed i pensieri del poeta, adeguatisi al cambiamento dei tempi. Prendendo in esame l’episodio di Leone, concepito e realizzato nel corso di un lungo periodo di gestazione, si è cercato di offrire una panoramica dei contenuti innovativi che Ariosto aveva intenzione di apportare all’opera: (a) aumentare l’interesse dell’opera e rafforzare le connessioni con l’Orlando innamorato grazie ad una storia avvincente e ben strutturata; (b) rappresentare una situazione che conferisse all’opera stessa un senso più compiuto; (c) trattare i problemi dell’epoca in prospettiva storica. Quanto detto è ciò che l’autore mirava a raggiungere attraverso l’ultimo episodio aggiuntivo.

새로운 이탈리아를 위한 언어 통일 정책

윤종태 ( Yun Jong Te )
6,400
초록보기
In questo articolo ho cercato di dimostrare ogni misura e tutte le azioni che sono servite a rendere l’italiano più universale e più uniforme. Dopo l’unifacazione, Il nuovo regno d’Italia ha trovato un paese in cui la maggior parte del popolo, quasi analfabeta, utilizzava i dialetti propri delle differenti zone della penisola. Quando si completata l'Unità di Italia con la capitale a Roma non esisteva una lingua nazionale. L'Italia non aveva subito un processo di centralizzazione di politica come era accaduto in Inghilterra o in Francia, dove il dialetto di Parigi è diventato lingua nazionale, ne una forte unificazione culturale come in Germania, dove la lingua usata da Lutero nella sua traduzione della Bibbia divenne la base della lingua. Prima di presentare le scelte linguistiche dei intelletuali e sopratutto dello Stato, ho presentato il dibattito sull'esigenza di scegliere una lingua comune per tutta l'Italia il quale aveva coinvolto vari letterati come Carlo Cattaneo, Alessandro Manzoni, Francesco De Sanctis. Così anche la proposta di scegliere il fiorentino parlato come una lingua nazionale. Manzoni ha elevato il fiorentino a modello nazionale linguistico, con il suo romanzo storico, 『I promessi sposi』 che è diventato il testo di riferimento per il nuovo italiano della prosa. Ho esaminato un avvenimento dell’unità di lingua non solo dal punto di vista linguistico, ma anche dal punto di vista legislativo e amminsitrativo. Così ho preso in esame i programmi scolastici dei ministri della Pubblica Istruzione e le azioni repressive del ventennio fascista con il quale si è inaugurata una fase di politica linguistica autoritaria. Ho accennato anche le migrazioni interne dalle campagne alla città e da sud a nord le quali hanno contributo alla diffusione dell'italiano come lingua commune, e la legislazione linguistica, cioè i provvedimenti a favore dell’unità linguistica, e anche il contributo dei mezzi di comunicazione di massa.
6,700
초록보기
Lo scopo di questo studio è di interpretare Se questo è un uomo e Storie naturali di Primo Levi dal punto di vista postumanista. Il postumanesimo cerca di esaminare filosoficamente il problema di “postumano" o “umano dopo umano”, che sarà creato da scienza e tecnologia avanzate. Il postumanesimo mira all’ibridazione e fusione fra uomo e non umano, soggetto e oggetto, uomo e tecnologia. Le opre di Primo Levi, chimico e autore, possono essere interpretato come un punto di vista postumanista perche si basano sullo studio dell’“umano” e della “scienza e tecnologia”. Levi si rivela la fiducia dell'umanesimo illuminista, ma si ritrovano anche le caratteristiche del postumanesimo. Specialmente Se questo è un uomo dà ai postumanisti l’opportunità di criticare la civiltà e l'epistemologia occidentale e di comprendere l’umanità in un modo nuovo. Loro sostengono che la tragedia di Auschwitz è cominciata dalla civiltà europea e dal umanesimo moderno che hanno perso il potere di fermare il genocidio nazista. Secondo loro l’umanesimo moderno è già giunto al termine. In altre parole, l'umanesimo che rivendica la liberazione dell’individuo non ha accettato la differenza culturale ed etica perseguendo il principio di universalità, e ha dimostrato di aver annientato l’individuo e creato l’antisemitismo. D'altra parte, Storie naturali è un romanzo postumanistico, racconta i problemi che possono sorgere dall’espansione della capacità umana e dal crollo dei confini tra la natura e gli esseri umani. In questi racconti, Levi avverte che la società moderna può affrontare nuovamente la crisi di estinzione dell’umanità da un'eccessiva civiltà scientifica e tecnologica. Le opere di Primo Levi offrono prospettive diverse e utili, specialmente nell’età moderna in cui la vita umana sta cambiando rapidamente a causa dello sviluppo della civiltà scientifica e tecnologica, e il bisogno di stabilire valori etici basati su di esso sta aumentando rapidamente.

이탈리아어의 욕설

조문환 ( Cho Moon Hwan )
7,000
초록보기
Le parolacce ed espressioni volgari, le forme linguistiche di imprecazione, insulto, maledizione, esprimono emozioni dell’essere umano quali rabbia, odio, dolore, paura, o addirittura simpatia. Esiste in ogni società questo tabù linguistico non solo in lingua standard ma anche in lingue regionali, dialetti e gerghi. Come strumento alternativo dell'attacco fisico e diretto, questo registro basso pieno di volgarità viene usato quotidianamente ed è diffuso ampiamente tra le persone. La parolaccia è caratterizzata da linguaggio osceno, profanità, bestemmie, e assolve alla funzione di dissoluzione del malcontento. In Italia, la storia della parolaccia è lunga, volevo esaminare le varie forme di turpiloquio in italiano cominciando dall'antichità fino ai nostri giorni. Imparare una lingua straniera infatti significa comprendere perfino le parole volgari, ritengo che questo studio sia utile per capire meglio un modo di comunicare da parte degli italiani, anche se l’intento non è di servircene con cattive intenzioni.

이탈리아 비즈니스에 미치는 문화의 영향력에 관한 연구

허유회 ( Huh Yoo Hyae )
7,000
초록보기
Different countries have different cultures from the influences of its religions, custom, norms and tradition. Italy has its unique cultures that influence people’s daily life as well as its business practices, especially in international business. It is essential for foreigners or multinational companies in Italy to understand those cultures and use them appropriately to work better with Italian partners. This paper mainly focuses on five elements of the Italian culture, which are language, religion, social institution, education and value system. All of these critical aspects of the Italian culture have strong influence on the way how to do business in Italy.
1